Le caratteristiche degli ansiosi ad alto funzionamento

L’ansia come tutti gli altri demoni della psiche può manifestarsi con diverse gravità, essere più o meno intensa e interferire in modo più o meno importante sulla vita di tutti i giorni. Perché l’ansia è qualcosa di biologico e normale, diventa nociva quando supera quando è troppo forte, troppo frequente e troppo invalidante.

Basti pensare al suo opposto, l’eccessiva sicurezza e tranquillità nell’affrontare le sfide di tutti i giorni. Anche questo può diventare un problema se ci porta a fare scelte azzardate che possono compromettere l’integrità fisica nostra o di altre persone.

Come in tutte le cose, la virtù sta nel mezzo.

Oggi parliamo degli ansiosi ad alto funzionamento, cioè tutte quelle persone che pur soffrendo d’ansia, riescono a condurre una vita quasi normale, purtroppo però, segnata da una serie di comportamenti faticosi e spiacevoli, non sempre compresi dalle altre persone.

ansiosi ad alto funzionamento

Le caratteristiche degli ansiosi ad alto funzionamento

 

#1 Solo perché sembrano calmi, non significa che siano calmi

Fuori tutto bene. Dentro un negozio di cristalli durante un terremoto. Una vita trascorsa faticosamente a sorridere mentre tutti va in frantumi.

 

#2 A volte devono abbandonare le situazioni sociali altrimenti esplodono

Quando se ne vanno all’improvviso è perché la situazione ha superato i livelli di soglia, non ce la fanno più. Chiederli di restare sarebbe come chiederli di tenere la testa sott’acqua ancora qualche minuto.

 

#3 Si svalutano come nessun altro

Magari hanno carriere di successo, vite straordinarie, soddisfazioni e serenità oggettiva, ma tutto questo non basta a cancellare il loro senso di inferiorità rispetto a chiunque. Sono quelli che a scuola se sapevano da 10 prendevano 7.

 

#4 Hanno delle abitudini che vorrebbero perdere ma che non riescono ad abbandonare

Come mangiarsi le unghie o staccarsi le pellicine. Spesso sono comportamenti innocui ma impossibili da eliminare.

 

#5 L’ansia non guarda se sei felice o triste, se sei impegnato o in vacanza, l’ansia è sempre lì

Difficile spiegarlo a chi in spiaggia ti dice che dovresti essere rilassato che in quel momento il tuo cervello sta pensando a duecentomila cose.

 

#6 Sono perfezionisti

Proprio perché si svalutano, vorrebbero che il loro lavoro fosse perfetto. Con l’inconveniente che la perfezione non esiste.

 

#7 Non accettano i loro errori

Non se la prendono con gli altri, se la prendono con se stessi.  Gli ansiosi ad alto funzionamento quando devono colpevolizzare qualcuno puntano sempre il dito verso se stessi.

 

#8 Cercano di far star bene gli altri

Anche quando questo significa rendere infelici se stessi.

 

#9 Si preoccupano eccessivamente anche di cose normali

Per esempio possono impiegare delle ore prima di venire a patti con se stessi e riuscire a trovare il coraggio di telefonare a un ristorante per prenotare un tavolo. Figuriamoci rispondere a una mail di lavoro.

 

#10 I pensieri nella loro testa sono completamente diversi da quelli che esternano

Incontrare la loro sincerità richiede molta pazienza e tante generosità nei loro confronti. Ma ne vale la pena.

 

#11 Devono sempre tenersi impegnati

Il modo migliore per non pensare è agire.

 

Share Button
 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulle mie pagine di facebook “Psicologia“ e "Psiche e Sogno", oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze o avere il parere di uno psicologo o psicoterapeuta? Iscriviti al gruppo di Psiche “Psiche e benessere
 

Francesco Boz

Le cose vanno bene - rispondiamo sorridendo per rassicurare noi stessi

Commenti

commenti

Tags:,