L’amore che fa male: 4 comportamenti da individuare per per proteggersi

 

All’inizio di ogni innamoramento esplode un incantesimo.
Smarrimento.
Contemplazione.
Desiderio.
Iniziano a vivere dentro il tuo mondo interno – abitato dai pensieri, dalle emozioni e dalle aspettative – le parti più brillanti di te.
L’incontro tra due persone diverse – e l’avvio di una nuova relazione – è un evento rivoluzionario per la tua personalità
per :
  • potenzialità di trasformazione
  • spinta energetica
  • nuove direzioni da prendere nella tua vita.
Ogni luce esiste insieme a un’ombra.
Perciò se da un lato la relazione attiva spinte evolutive dall’altro spesso attiva spinte regressive.
Che proprio nel terreno della relazione – inteso come luogo dal quale prende forma la nostra identità – vengono agite.
Approfondiamo 4 schemi relazionali che rischiano di mettere a dura prova ogni relazione.
Individuarli, riconoscerli e cercare di capire in quali scambi di coppia tali schemi – con le loro conseguenze – si attivano, è un ottimo esercizio per soffrire di meno nella tua vita con lui o con lei.

#1 IO TI SALVERÒ

In una relazione se la nostra attenzione è più sui bisogni dell’altro che sui nostri, si rischia grosso.
Desiderare di cambiare l’altro frequentemente è una conseguenza delle nostre aspettative disattese. È qualcosa che ha a che fare più con una nostra insoddisfazione che con una reale motivazione dell’altro.
Questo schema relazionale molto spesso origina da un nostro bisogno di creare un legame più intimo, nel quale sentirci più compresi, nel quale siamo noi in realtà a desiderare di essere accettati profondamente, anche con le nostre paure.
Questo schema esiste in ogni relazione. Chiediti quanto spazio occupa nella tua, e se riconosci in tale modello relazionale qualcosa da trasformare, da adattare.

#2 BISOGNO DI ESSERE ACCUDITI

Nelle relazioni tra adulti il bisogno di essere accuditi ha a che fare con la comprensione, e spesso al partner ne viene richiesta una dose eccessiva o addirittura tossica. Esistono dei limiti. Se li hai smarriti, possono essere ricostruiti come gli argini di un fiume. Impedire all’acqua di straripare è una funzione che permette di evitare disastri naturali, avere dei buoni raccolti e non perdere la propria casa.
Amare è essere se stessi con l’altro ed è lo stare insieme a rendere meraviglioso il percorso.
Cioè mantenere i confini della propria identità.
Avanzare richieste e attenzioni esagerate e attendere che il partner le comprenda o stupirsi se questo non accade, è nocivo.

#3 L’ANTI-DIPENDENZA

Gli schemi di comportamento dell’anti-dipendente coincidono spesso con quelli agiti da chi ha sofferto molto in amore. Da chi dell’amore ha vissuto in modo intenso il suo lato oscuro. Le delusioni possono segnare in modi diversi il nostro carattere, l’anti-dipendente ha spesso vissuto in una relazione:
  • la possessività
  • l’eccesso di protezione
  • la manipolazione
  • i bisogni emozionali dei propri genitori come troppo presenti.
Lo schema in questo caso ha a che fare con la polarità vicinanza/distanza. Il fuoco brucia e il fuoco scalda. Questa metafora racchiude in sé il pericolo e l’attrazione, in un meccanismo che oscilla disorientando il partner. L’anti-dipendente si sente eccessivamente oppresso e il suo partner frustrato perchè rifiutato.
I due pianeti emozionali di questo schema sono libertà/dipendenza, isolamento/protezione.

#4 LE TUE PARTI OMBRA NEI RAPPORTI D’AMORE

Proiettare, quindi esprimere nella relazione con il partner, le parti del proprio carattere non vissute, non sperimentate, è una dinamica che per certi versi riassume le tre precedenti.
  • Essere la vittima che vede nel partner l’origine delle proprie responsabilità.
  • Agire come il perfezionista che rincorre obiettivi impossibili.
  • Sminuire noi stessi diventando i più bravi detrattori delle nostre fonti di autostima.
  • Essere dominati totalmente dagli istinti, sfidando il senso del limite e la funzione del controllo.
La relazione è il terreno più
  • fertile
  • appropriato
  • insidioso
per tutte queste ombre.
Bibliografia:
Krishnananda, Amana, (2009), A tu per tu con la paura, Feltrinelli, Milano
Pearsons C. S., (1992), Risvegliare l’eroe dentro di noi, Astrolabio, Roma

 


Pagina FACEBOOK:  Psicologia relazioni e sistemi

PER INFO E CONSULENZE:

dott.ssa Gaia Berio, psicologa, esperta in psicologia giuridica –  348 6028718 – 010255720

DOVE RICEVO SU APPUNTAMENTO:
Via Antonio Stradivari 6, MILANO –  MM LORETO (linea rossa e verde)
Via San Luca 12/29, GENOVA
Piazza Golgi 23, ARENZANO (GE)
Share Button
 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulle mie pagine di facebook “Psicologia“ e "Psiche - ψυχή", oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze o avere il parere di uno psicologo o psicoterapeuta? Iscriviti al gruppo di Psiche “Psiche e benessere
 

Gaia Berio

Attualmente lavoro perloppiù a Genova. Sono psicologa e psicoterapeuta in formazione, mi occupo di consulenze alla persona, alla coppia e alla famiglia usando l'approccio relazionale-sistemico, lavoro spesso affiancata da colleghi di altri orientamenti, collaboro da anni con un centro anti-violenza e ho esperienza nel trattamento della disabilità. Credo che la psicologia ci consenta un’azione semplice, talvolta nascosta dietro un’ombra: autorizzarci a credere in un cambiamento del nostro modo di osservare il mondo e le relazioni che lo abitano.

Commenti

commenti