Convivere con l’incertezza

Step 3: Fare pratica.

Una volta che hai la tua lista quello che devi fare è mettere in pratica quei comportamenti che normalmente eviti. Nel nostro esempio dovresti cominciare ad andare al supermercato senza la lista della spesa.

Cerca di ripetere il comportamento almeno tre volte a settimana fino a quando l’ansia ad esso associata non sarà scomparsa o quasi. A questo punto ripeti la procedura con il comportamento subito sopra nella scala di difficoltà.

 

Step 4: Monitora.

Ogni volta che metti in atto uno dei comportamenti della lista monitora quattro cose:

– Cosa hai fatto

– Come ti senti mentre lo fai (è più facile o difficile di quanto pensavi?)

– Cosa succede

– Se le cose non sono andate come avevi pianificato, cosa hai fatto?

Monitorando, potrai tracciare tutto il lavoro fatto per acquisire sempre più controllo dell’incertezza e facendo pratica vedrai che le cose sono molto più semplici di quanto credevi all’inizio.

Step 5: Registra cosa succede.

Magari vai a vedere un film senza informarti ed è orribile, oppure vai a fare la spesa senza lista e dimentichi di comprare qualcosa.

Non sempre le cose vanno come vorresti!

Per questo motivo è indispensabile che tu trascriva gli esiti dei tuoi esercizi e come hai affrontato quelli negativi. Per esempio, come ti sei comportato quando hai scoperto di non aver acquistato qualcosa al supermercato? Sei tornato indietro? L’hai comprata il giorno dopo? È stato brutto come credevi?

Fatti queste domande:

– Le cose funzionano anche se non sono sicuro al 100%?

– Quando le cose non funzionano, quali sono le conseguenze?

– Cosa ho fatto per affrontare gli esiti negativi di alcuni comportamenti?

– Sono capace di gestire gli esiti negativi?

– Cosa mi dice tutto questo sulla possibilità di gestire gli esiti negativi anche in futuro?

Ricorda che anche quando sbagli, puoi sempre rimediare.

 

Step 6: Approfitta dello slancio.

Quando ti senti a tuo agio con le piccole cose aumenta la difficoltà e impara gradualmente ad affrontare situazioni sempre più ansiogene.

Torna indietro…

 

Share Button
 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulla pagina facebook “Psicologia“ , oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze ? Iscriviti al gruppo “Psiche e benessere
Se invece stai attraversando un periodo difficile e desideri parlare con uno psicoterapeuta contatta il nostro servizio di consulenza online
 

Francesco Boz

Le cose vanno bene - rispondiamo sorridendo per rassicurare noi stessi

Commenti

commenti