Il fumo è associato con il rischio di psicosi

A recente studio condotto dai ricercatori del King’s College di Londra ha scoperto che fumare tabacco aumenta il rischio di sviluppare psicosi.

L’incidenza del fumo di sigarette tra le persone affette da psicosi è tre volte maggiore rispetto alla popolazione normale, secondo quanto rivela una meta-analisi pubblicata su Lancet Psychiatry. Sebbene l’associazione tra fumo e psicosi – in particolare la schizofrenia –  fosse già nota da tempo, era stata rivolta scarsa attenzione verso la possibilità che le sigarette stesse potessero essere inserite tra le cause del disturbo psichico.

fumo

Brightest Hour: siamo in diretta con Francesco Boz, autore per Le Iene, fondatore della pagina l'Oltreuomo e Psiche.org.

Pubblicato da TEDxTreviso su Mercoledì 29 aprile 2020

In passato, era state proposte differenti spiegazioni su perché le persone affette da psicosi fossero maggiormente portate al fumo. Tra le quali il sollievo dalla noia e dallo stress e una sorta di auto medicamento nei casi in cui fumare sigarette bilanciava i sintomi negativi della schizofrenia o gli effetti collaterali dei farmaci antipsicotici. Tuttavia, se il motivo fosse questo, i ricercatori si aspetterebbero un aumento del tasso di fumatori solo tra i pazienti che hanno iniziato il trattamento psichiatrico della psicosi.

I ricercatori del King’s Institute of Psychiatry, Psychology & Neuroscience (IoPPN) hanno condotto una meta-analisi su 61 studi osservazionali comprendenti circa 15.000 fumatori e 273.000 non fumatori. Su questi dati hanno analizzato il tasso di fumatori tra le persone che avevano sofferto un primo episodio di psicosi e trovarono che il 57% di questi individui erano fumatori.

L’abitudine al fumo è tre volte più probabile nelle persone che hanno già manifestato un primo episodio psicotico rispetto al gruppo di controllo. Inoltre, i fumatori accaniti sviluppavano disturbi psicotici mediamente un anno prima rispetto ai non fumatori.

Secondo gli autori dello studio, queste scoperte suggeriscono che il fumo, oltre a essere un sistema di auto terapia, può avere un ruolo causale nello sviluppo di psicosi,  proprio come altri fattori genetici o ambientali. Ad ogni modo, anche se l’associazione tra fumo e psicosi è evidente, la direzione causale è ancora difficile da sostenere. Inoltre, è raro che queste meta analisi controllino l’assunzione di altre sostanze, per esempio la cannabis, che potrebbero coadiuvare lo sviluppo di psicosi e falsare i risultati.

Dr James MacCabe: “anche se è sempre arduo determinare la direzione di casualità, la nostra scoperta indica che il fumo dovrebbe essere seriamente considerato come un possibile fattore di rischio per lo sviluppo di psicosi.”

La spiegazione di questa casualità potrebbe interessare l’attività del sistema dopaminergico.

Professor Sir Robin Murray: “l’eccesso di dopamina è la migliore spiegazione biologica che abbiamo per i disturbi psicotici come la schizofrenia. È possibile che l’esposizione protratta alla nicotina aumenti il rilascio di dopamina, portando allo sviluppo di psicosi.”

Dr Sameer Jauhar: “per dipanare ogni dubbio è necessario condurre degli studi longitudinali a lungo termine tra fumatori accaniti, fumatori sporadici, nicotina dipendenti e lo sviluppo di disturbi psicotici.”

 

Bibliografia

Gurillo, P et al (2015) Does tobacco cause psychosis? Systematic review and meta-analysis Lancet Psychiatry http://dx.doi.org/10.1016/S2215-0366(15)00152-2

Share Button
 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulla pagina facebook “Psicologia“ , oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze ? Iscriviti al gruppo “Psiche e benessere
Se invece stai attraversando un periodo difficile e desideri parlare con uno psicoterapeuta contatta il nostro servizio di consulenza online
 
Francesco Boz

Commenti

commenti