La vita va avanti e non ti aspetta

Qualche settimana fa sono tornato nella città dove sono cresciuto e nella quale ho vissuto fino ai 27 anni, praticamente tutta la mia vita.

Ho rivisto i miei amici e quei luoghi pieni di ricordi, subito mi ha stravolto una sensazione di malinconia. Era come se non appartenessi più a quel mondo, l’unico al quale mi sento di appartenere. Tutto era statico, come se la vita si fosse fermata a quando avevo 27 anni. Questa interruzione nella continuità temporale mi ha fatto capire che sono invecchiato.

La vita va avanti

Sei soddisfatto della tua quotidianità?

Credo che il mondo, seppur con una leggere forzatura, si divida in due. Da una parte c’è chi si preoccupa della sua contemporaneità e dall’altra c’è chi si preoccupa del suo futuro.

Riducendo questa divisione a un dato oggettivo, quello economico, i primi sono quelli che si godono lo stipendio mentre gli altri sono quelli che lo accumulano per realizzare un progetto futuro, ad esempio comprare una casa.

Questi due differenti approcci alla vita segnano una profonda divisione, perché i primi accumulano esperienze di vita mentre i secondi sono in attesa di potervi accedere. Chi accumula per un progetto futuro è come se aspettasse il momento più adatto per cominciare a vivere. Il problema di questo approccio è che la vita non aspetta.

Come ho detto prima, questa divisione è principalmente teorica, però chiunque dovrebbe domandarsi se è seddisfatto della propria quotidianità. Se la risposta è no, può essere che il motivo sia la procrastinazione del piacere a un momento più propizio.

Il rischio di aspettare troppo

C’è un ragazzo innamorato pazzo di una ragazza. La ragazza non ricambia ma accetta civettuola le avances del ragazzo e così il ragazzo si convince che forse, in futuro, il rapporto tra loro potrebbe anche evolvere in una storia d’amore.

Il tempo passa e niente cambia.

Gli amici del ragazzo provano a smuoverlo, cercano di fargli capire che sta perdendo tempo e che forse dovrebbe cercare l’amore altrove. Niente, il ragazzo vuole solo lei e nessun altra.

Questa storia può avere due finali.

Il ragazzo aspetta, passa il tempo e un giorno la ragazza cambia idea e si innamora di lui. Da quel giorno vivono felici. Però, non recupererà mail il tempo perduto.

Oppure no. Il ragazzo aspetta, passa il tempo, ma non cambia niente e la ragazza alla fine si sposa con un altro. Il ragazzo a quel punto se la mette via e ricomincia a vivere. Però, non recupererà mai il tempo perduto.

 

La vita va avanti e non ti aspetta

Sarebbe stupido affermare che un approccio è migliore di un altro. Ognuno è libero di fare le sue scelte. Non esiste la formula della felicità e nessuno può vendervela.

Una cosa però voglio dirla.

Rifletti!

Ogni volta che nella vita ti fermi e aspetti devi essere consapevole di cosa stai perdendo durante quel periodo di attesa. Sapere a cosa rinunci ti aiuterà a scegliere in modo più consapevole. Perché la vita va avanti e non ti aspetta!

 

Share Button
 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulle mie pagine di facebook “Psicologia“ e "Psiche e Sogno", oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze o avere il parere di uno psicologo o psicoterapeuta? Iscriviti al gruppo di Psiche “Psiche e benessere
 

Francesco Boz

Le cose vanno bene - rispondiamo sorridendo per rassicurare noi stessi

Commenti

commenti