Quando il bagno diventa il nostro peggior incubo. L’Urofobia

Cos’è L’urofobia?

L’urofobia o Pauresis (vescica timida) è l’incapacità di urinare nel bagni pubblici, il disturbo è più comune tra gli uomini ed interessa il 7% della popolazione mondiale.

I sintomi dell’Urofobia

Chi soffre di Urofobia, presenta i seguenti sintomi.
• Impossibilità di urinare nei bagni pubblici
• Paura che un estraneo entri nel bagno pubblico
• Paura che qualcuno possa osservarlo nell’atto di urinare
• Vergogna, umiliazione
• Sudorazioni, palpitazioni
• Attacchi di panico (nei casi più gravi)
• Utilizzo di un catetere per urinare

Le cause dell’Urofobia

Non si conoscono le cause dell’urofobia, il disturbo è una forma di fobia sociale.

Cura dell’Urofobia

La prima cosa da fare è quella di rivolgersi ad un medico specialista, per appurare che il disturbo non abbia una causa fisica.
Il passo successivo sarà quello di rivolgersi ad uno psicologo/psicoterapeuta.
Le psicoterapie più indicate per questo disturbo sono la terapia cognitivo comportamentale, e l’ipnosi terapia.
La psicoterapia cognitivo comportamentale.
Questa terapia, prima lavora sulle cognizioni irrazionali che mantengono l’ansia nel paziente, successivamente attraverso l’esposizione graduale allo stimolo ansiogeno, permette al paziente di affrontare la situazione prima temuta con una sicurezza maggiore.
L’Ipnosi terapia
La psicoterapia ipnotica, utilizza suggestioni e metafore, per aggirare le resistenze del paziente e portare quest’ultimo verso l’azione.

Soffri di UROFOBIA? Contattami per un primo colloquio.

fabiodesantispsicologo@gmail.com

3472404101

 

Share Button
 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulla pagina facebook “Psicologia“ , oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze ? Iscriviti al gruppo “Psiche e benessere
Se invece stai attraversando un periodo difficile e desideri parlare con uno psicoterapeuta contatta il nostro servizio di consulenza online
 

Commenti

commenti