Parole o silenzio. L’importante è comunicare

Ci sono frasi che in coppia spesso vengono omesse, dal “Sii più dolce” a “Fai una dieta perché sei ingrassato”, affermazioni che vengono omesse per paura di ferire l’altro, proteggendo i suo narcisismo. Oltremodo il più delle volte risulta difficile anche osare frasi come “Mi fido di te” o “Ti chiedo scusa”, le quali rappresentano una valorizzazione del partner nella sua importanza per rinnovare stima e ammirazione all’interno della relazione di coppia.

Essere intimi presuppone la possibilità di avvicinarsi all’altro con tutte le proprie vulnerabilità con la consapevolezza che lui non utilizzerà le nostre confidenze per giudicarci o schernirci.

Tuttavia molte persone, almeno sette su dieci, alla domanda  “Ci sono cose che nascondi al partner?” rispondono di no. Il dubbio se questo numero sia reale resta, perché la verità è che tutti celiamo qualcosa al nostro compagno/a, che si tratti di una difficoltà del momento ad un tradimento più o meno esplicito.

Il “non dire” è una presa di posizione, una scelta di comunicazione attraverso il silenzio e questi non detti possono portare, a lungo andare, all’implosione del dialogo di coppia. Colui che non vuole farsi scoprire metterà in atto una serie di silenzi per paura di tradirsi fino a compromettere la relazione, a tal punto che il partner, ignaro, arriva ad immaginare il peggio.

Il linguaggio non verbale

Il corpo parla quando la bocca tace. La comunicazione non verbale è importantissima; sospiri, occhiate buie, porte che sbattono sono segnali più eloquenti di qualsiasi linguaggio esplicito.

I due partner cominciano quindi a soffermarsi sui più piccoli segni, mantenendo una forte allerta che nasconde la paura di non essere più amato, nella più completa solitudine.

Cosa accade dentro

Un dialogo interiore, non verbalizzato in cui ciascuno si formula le domande e si dà le risposte. A volte questo dialogo diventa talmente verosimile da sostituire quello reale incorrendo poi in una serie di fraintendimenti che dipendono dai propri preconcetti e sono ingigantiti dal dolore del silenzio. Si tenta di indovinare ciò che pensa l’altro senza verificare se corrisponde davvero. Si tratta di sentimenti distruttivi che sedimentano e contaminano l’intesa della coppia.

Cosa si può non dire

Esiste il falso mito delle coppie che si dicono davvero tutto. Preservare il proprio giardino segreto è un diritto indiscutibile. Spesso il partner che fiuta la presenza di questo giardino, cerca di valicarne i confini, vive questi silenzi come una minaccia. In tal caso vanno rassicurati sottolineando che i non detti non sono pensieri contro di lui/lei, e, di rimando, non va indagato il suo di giardino.

Le parole quindi, come anche i silenzi, possono essere fonte di malintesi e fraintendimenti. Non è possibile non comunicare, pertanto è importante comunicare bene, efficacemente. Saper disinnescare le negatività tentando sempre di parlarsi per superare le proprie paure e quelle del partner. Se una relazione è in crisi evitare di parlarne non risolverà la situazione, ma al contrario contribuirà alla sua demolizione.

 

Dott.ssa Ivana Siena
www.centropsicoterapiafamiliare.it
Share Button
 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulla pagina facebook “Psicologia“ , oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze ? Iscriviti al gruppo “Psiche e benessere
Se invece stai attraversando un periodo difficile e desideri parlare con uno psicoterapeuta contatta il nostro servizio di consulenza online
 

Commenti

commenti