LAMENTARSI? SI’, MA PER 10 MINUTI!

Chi si interessa di Psicologia e Comunicazione avrà sicuramente sentito parlare di quanto siano negativi, per la nostra mente e il nostro inconscio, gli stati in cui ci lamentiamo e lagniamo per le cose che non vanno.

Il lavoro. Il partner. Gli insegnanti dei nostri figli. I genitori. La società. La salute. Il meteo. Il terrorismo. L’IVA. La batteria della macchina. Per finire con il croissant al bar che era freddo o non aveva il ripieno di marmellata ai frutti di bosco raccolti a mano in cespugli incontaminati di un pianeta che non è la Terra.

Perché la LAMENTELA fa male?

Perché ripetendoci “tutto ciò che non va”, settiamo e programmiamo la nostra mente per rimanere focalizzata su tutto quel negativo, ed è davvero difficile poter sviluppare nuovi punti di vista e nuove prospettive, se l’ambiente mentale è così sporco e negativo!

Provate a pensare a quando rimanete per tanto tempo in un ambiente con un forte odore. Una volta usciti da quella stanza avrete la sensazione di percepire ancora l’odore che sentivate prima, anche se oggettivamente non c’è più!

La stessa cosa avviene nella nostra mente: quando la riempiamo di schifezze, di pensieri negativi, di convinzioni limitanti su di noi, sulla vita, sul mondo, sarà davvero molto difficile aspettarsi dal nulla di cominciare a vedere “noi, la vita, il mondo”, in unamaniera nuova e diversa.

E quindi, BASTA LAMENTARSI! SMETTIAMOLA DI LAGNARCI!!

Mmmh…

Ok, mi sembra già di sentire uno di voi dirmi fra qualche giorno:

– “Ehm… Dr.ssa, c’ho provato a non lamentarmi. Ma quanto è difficile! Alla fine c’ho rinunciato perché mi sembrava un’impresa impossibile e sono tornato a fare le stesse identiche cose di prima“.

Rispetto agli uomini, tendenzialmente più chiusi, la difficoltà a porre uno STOP alla lamentela può essere percepita dalle donne che, in misura maggiore, sentono la necessità di sfogarsi, di svuotarsi dei pesi che accumulano, di “parlare, parlare, parlare”…

E avete ragione: non è così facile, né tanto meno immediato, cambiare un modo di pensare e di atteggiarsi, nell’arco dei 2 minuti della lettura di un articolo.

Continua a leggere…

Share Button
 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulla pagina facebook “Psicologia“ , oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze ? Iscriviti al gruppo “Psiche e benessere
Se invece stai attraversando un periodo difficile e desideri parlare con uno psicoterapeuta contatta il nostro servizio di consulenza online
 

Ilaria Cadorin

Psicologa (n° 9570 Ordine degli Psicologi del Veneto).
Consulente grafodiagnostico (diploma conseguito presso la scuola triennale Evi Crotti di Milano).
Esperta in tecniche di rilassamento, Training Autogeno Somatico e Superiore-Meditativo.
Ha conseguito il Master in Psicologia dello Sport e Mental Coaching Sportivo.
E' specializzanda presso la Scuola quadriennale in Psicoterapia Psicoanalitica dell'Infanzia e dell'Adolescenza di Bologna.
Riceve su appuntamento nel suo studio privato a Montebelluna (TV) e a Ponte della Priula (Susegana -TV). Per informazioni: cadorin.ilaria@gmail.com oppure 3464231590.

Latest posts by Ilaria Cadorin (see all)

Commenti

commenti