Come superare le pene d’amore dopo la rottura con un Borderline

Pene d'amore con un borderline

Ciao, lo so che in questo momento stai soffrendo, credevi nella vostra relazione, hai impiegato molte risorse e combattuto contro tutto e tutti per la vostra storia, e non ti aspettavi di certo che finisse in un modo così burrascoso.
Sembrava perfetta/o, poi improvvisamente ti sei reso/a conto che tutto quello che ti avevano raccontato sul suo conto era reale.
Bugie, mezze verità, cambi repentini di umore, aggressività e passione; promesse di amore per tutta la vita, e da un giorno all’altro ti dice che è finita e non ti ama più, e ti cancella in un battibaleno.
Si era aggrappata/o a te, in un rapporto di codipendenza, fino a quando non hai realmente capito chi era, e gli hai tolto la maschera, e da lì in poi tutto è cambiato, ormai non poteva più manipolarti e aggrapparsi a te,  sei diventata/o cattivo/a, una persona da temere che deve rimanere a distanza.
La triade “salvatore, vittima, carnefice”, è la rappresentazione perfetta di quello che hai vissuto e stai vivendo ora, ma di do un consiglio spassionato: ” Volta pagina”, vendicarsi non serve, il borderline è molto vendicativo, entreresti in una spirale di tensione infinita, piuttosto poniti obiettivi positivi per la tua vita, del tipo:
1. Torna a frequentare gli amici che avevi messo temporaneamente in disparte;
2. Torna a studiare riprendendo il cammino universitario, eri talmente preso dalla storia con lei/lui che non studiavi più;
3. Riprendi lo sprint lavorativo;
4. Lavora sulla tua autostima, ora un po’sottotono;
5. Comprendi che l’amore non è codipendenza, ma libertà di essere interdipendenti.

Cosa puoi fare quando il pensiero ti va fisso su di lei/lui?

La prima strategia è di scaricare la rabbia che sentì verso di lei/lui, quindi usa questo esercizio;
1. Scrivi una lettera in cui dentro ci metti tutto quella che senti, inseriscila in una busta da lettera e lasciala in bianco, non scrivere né il mittente, né il destinatario e abbandona la lettera in un luogo della città che non conosci, lasciala sopra una panchina, su un muretto, ecc. La cosa importante è che una volta scritta tu non la rilegga più.

La seconda strategia riguarda l’accettazione e il perdono;
2. Quando sentirai che la rabbia sarà sbollita, ringrazia lei o lui, per essersi manifestata/o nella tua vita in quanto  ha rappresentato un’ esperienza per te comunque utile, e sai che il vero amore sarà per te costituito da un’altra persona e non da lei/lui, perdonala e salutala, dille addio.

In questo modo potrai di nuovo guardare al futuro con ottimismo, sapendo che meriti altro.
Ciao, e ricordati: “Io credo in te”.
Ps. Senti il bisogno di raccontarmi la tua esperienza con un Borderline? Contattami, io ci sarò per te.

Dott. Fabio De Santis: fabiodesantispsicologo@gmail.com
Tel: 3472404101

 

COME CAPIRE SE TI STANNO MENTENDO:

Share Button
 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulla pagina facebook “Psicologia“ , oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze ? Iscriviti al gruppo “Psiche e benessere
Se invece stai attraversando un periodo difficile e desideri parlare con uno psicoterapeuta contatta il nostro servizio di consulenza online
 

Commenti

commenti