COME OTTENERE CIÒ CHE DESIDERI

Se sei come la maggior parte delle persone, desideri vincere alla lotteria ma probabilmente non ci giochi mai. Non hai bisogno che il perché te lo spieghi uno psicologo: non ti aspetti di vincere. Ciò che conta imparare da questa piccola riflessione è che agiamo in base alle nostre aspettative, non in base a ciò che desideriamo. Ciò che desideriamo e ciò che ci aspettiamo sono due cose diverse.

Un’aspettativa è una credenza sulla realizzazione o meno di qualcosa che si desidera.

ottenere ciò che vuoi

Da psicologo, una delle cose che ho imparato è che avere aspettative diverse da ciò che si desidera non è l’unica ragione per la quale non si gioca alla lotteria. Ma la ragione secondo la quale ci sono molte cose che si desiderano ma non puoi davvero credere di riuscire a ottenere –  come perdere 10 chili, trovare il lavoro dei tuoi sogni, o l’amore della vita. Questa è la prima ragione per la quale sei bloccato nella tua vita, perché:

Aspettativa + Azione = Creazione delle proprie esperienze di vita

Recentemente lavoravo con un cliente – che chiameremo Amy. Era una bella donna di successo, ma era anche timida, molto critica con se stessa – e aveva avuto una storia con l’uomo sbagliato. Amy era appena uscita da un brutto matrimonio, aveva lavorato su se stessa ed era pronta a conoscere qualcuno di nuovo, quindi decise di provare gli appuntamenti online. Ma continuava ad andarne male uno dopo l’altro. Gli uomini non erano come nelle foto, non offrivano da bere oppure non si presentavano nemmeno.

Un giorno, Amy arrivò in lacrime “Ho avuto l’appuntamento peggiore della mia vita”.

Quanto male?

“Era perfetto, assolutamente ciò che desideravo”.

Ma poi ha detto: “Ho rovinato tutto, ero così sicura che sarebbe andato male che gli ho dato appuntamento in un caffè dopo la lezione di yoga, non ho avuto tempo per lavarmi e mi sono presentata con la tuta, tutta sudata e senza trucco, e lui era lì, Mr. Immacolato, Altro, Bello, con un sorriso perfetto”.

“Ero così mortificata e consapevole, che non riuscivo neanche a guardarlo negli occhi. Sono stata seduta lì guardando il pavimento e sorridendo nervosamente finché gli ho detto che dovevo cambiare il ticket alla macchina e me ne sono andata, senza salutare”.

Amy si è comportata secondo le sue aspettative – un altro appuntamento sbagliato – non secondo ciò che desiderava – incontrare un bel ragazzo.

Vorrie poter dire che questo tipo di comportamenti è poco comune, ma lavorando da più di 12 anni, una delle cose più frequenti che sento dalle persone è: Voglio cambiare la mia vita, ma non credo che ce la farà. Ho visto persone abbandonare matrimoni, salute e carriera, abbandonare le loro vite, perché non credevano che sarebbero risuciti a fare ciò che volevano, e quindi non provavano nemmeno.

C’è forse qualcosa nella vostra vita in questo momento che state rimandando perché credete che non potrete averla.

Quando non si agisce secondo le aspettative, ci si mette automaticamente fuori gioco. Comprare il biglietto della lotteria non ti garantisce la vittoria ma non comprarlo ti garantisce la perdita.

Ti starai chiedendo: perché?

I nostri cervello funzionano secondo il principio dell’anticipazione. Prediciamo continuamente ciò che pensiamo ancora prima che questo accada. Non appena si inizia ad anticipare un evento, si inizia anche ad agire preparandosi a ciò che si pensa succederà. Se qualcuno si ti ha mati detto “Dobbiamo parlare” capisci ciò che intendo. Quando ci si prepara per qualcosa che non è ancora successa, si contribuisce al risultato. In altre parole, si crea la profezia che si auto avvera.

Era perché Amy si sentiva ansiosa e ambivalente prima dell’appuntamento che ha agito come si aspettava, non come voleva. E infatti ha avuto proprio ciò che si aspettava: un altro appuntamento fallito.

Una delle ragioni che ci tiene ancorati alle nostre aspettative è che abbiamo la tendenza automatica a usare il passare per predire il futuro. Se hai fallito una volta penserai che fallirai di nuovo. Quando pensi al passato, le stesse parti del cervello si attiveranno come quando pensi al futuro. In ogni caso, non è perché si usa il passato per fare predizioni che il passato ti intrappola. Ciò che tratteneva Amy non era il suo passato, era il futuro che non credeva possibile essere meglio del suo passato. E senza questo pensiero non era capace di creare qualcosa di migliore, anche se l’opportunità le se è presentata.

Se sei consapevole delle tua aspettative circa una situazione, allora hai la capacità di usare la tua mente per sovrascrivere il pensiero automatico e pianificare un risultato diverso.

Se Amy avesse predetto che l’appuntamento andasse bene, le cose sarebbero potute andare diversamente.

Le tue aspettative sulla tua capacità di ottenere ciò che vuoi hanno un impatto profondo sulla tua emozione positiva. Gran parte del cervello è usata per anticipare ricompense, ovvero tutto ciò che vuoi e che ti farà sentire bene. Come diceva J.R.R. Tolkien “Un sogno solo è più forte di mille realtà”.

Quando ti aspetti una ricompensa, ti senti positivo e provi felicità. Quando non ti aspetti di raggiungere l’obiettivo, proverai tristezza e fastidio, forse depressione. Più è grande il gap tra il desiderio e l’aspettativa, più sarai stressato.

Dunque, cosa fare? Ci sono tre suggerimento che potrebbero farti sentire meglio in questa situazione. Puoi smettere di desiderare ciò che vuoi – puoi convincerti che non ne vale la pensa, che non lo volevi davvero. O puoi decidere di cambiare le tue aspettative per farle combaciare coi tuoi desideri e agire. Ci sono tre piccole azioni che potrebbero aiutarti in questo processo. Fermati un attimo e immagina un evento futuro – un obiettivo professionale, una vacanza con la tua famiglia ecc. Ora

  1. Chiediti: Come mi fa sentire ciò che mi aspetto? Se ti aspetti qualcosa di positivo allora bene, puoi fermarti qui. Ma se ti aspetti qualcosa che non vuoi, allora sentirai fastidio, ansia, paura e sopraffazione. Questi segni significano che hai aspettative negative sulla situazione.
  2. Chiediti: Cosa vorrei che succedesse invece? Questa domanda identifica ciò che vuoi da questa situazione. Ciò che vuoi è spesso ciò che non ti aspetti. Ricorda, vuoi vincere alla lotteria, ma non te lo aspetti.
  3. Chiediti: Cosa devo fare perché succeda ciò che desidero? Quando senti un’emozione negativa circa una situazione futura, è perché sei concentrato su ciò che potrebbe andare male. Non stai generando idee perché vada bene.

Quando invece hai un piano per ottenere ciò che vuoi, la situazione cambia. Comincia a vedere una possibilità. Qui avviene il cambiamento: ogni azione riuscita che fai in funzione dell’obiettivo comincia a fare cambiare le tue aspettative.

Dopo 5 anni di ricerca, ho visto concretamente come il cambiare le proprie aspettative può migliorare significativamente la propria vita.

Il tuo passato non definisce ciò che sei o ciò che sarai. Sono le tua aspettative sul futuro che ti limitano. Ma ecco la buona notizia: PUOI SCEGLIERE. Puoi scegliere di compiere un’azione in base a ciò che vuoi. E quando lo fai ti dai l’opportunità di allontanarti dal passato per creare la vita che davvero vuoi vivere.

Questo articolo è la trascrizione di una conferenza tenuta nel 2015 dalla dottoressa Jennice Vilhaurer, direttore del Outpatient Psychotherapy Treatment Program all’ Emory Healthcare, sviluppatore del Future Directed Therapy  e autore di Think Forward to Thrive: How to Use the Mind’s Power of Anticipation to Transcend Your Past and Transform Your Life.

Bibliografia

  1. Bar, Moshe. Predictions of the Brain. Oxford University Press, USA.
  2. Schacter, D and Addis, D. 2007. Thecognitiveneuroscience of constructivememory: remembering the past and imagining the future. Philosophical transactions – Royal Society. Biological sciences, 362 (1481), p. 773-786.
  3. Sescousse, G., Caldú, X., Segura, B., and Dreher, J. 2013. Processing of primary and secondary rewards: A quantitative meta-analysis and review of human functional neuroimaging studies. Neuroscience & Biobehavioral Reviews, 37 (4), p. 681–696.
  4. Vilhauer, J., et al. 2012. Treating Major Depression by Creating Positive Expectations for the Future: A pilot study for the effectiveness of Future Directed Therapy (FDT) on Symptom Severity and Quality of Life. CNS Neuroscience and Therapeutics. p. 1-8.

Vilhauer, J.S., et al. 2013. Improving quality of life for patients with major depressive disorder by increasing hope and positive expectations with future directed therapy (FDT). Innovations in clinical neuroscience, 10 (3): p. 12.

Share Button
 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulla pagina facebook “Psicologia“ , oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze ? Iscriviti al gruppo “Psiche e benessere
Se invece stai attraversando un periodo difficile e desideri parlare con uno psicoterapeuta contatta il nostro servizio di consulenza online
 
Francesco Boz

Commenti

commenti