Ecco come le emozioni negative influiscono sulla tua salute fisica

Se qualcuno chiede aiuto per guarire dalla sua malattia, la prima cosa che devi chiedergli è: Sei pronto a farla finita con le ragioni che scatenano la tua malattia? Solo allora sarà possibile aiutarlo – Ippocrate

Il dualismo cartesiano è superato da tempo. Mente e corpo non sono due cose distinte, siamo tutto corpo e tutto mente nello stesso tempo. La mente, intesa come processo astratto del pensiero e dell’azione, non può esistere senza un supporto fisico attraverso il quale operare. O crediamo all’esistenza di un’anima che fluttua fuori di noi o dobbiamo ammettere che ogni nostro pensiero è formato da una serie di impulsi elettrochimici dentro il nostro organismo.

Ogni pensiero e ogni emozione agiscono sul nostro corpo, lo fanno stare bene e lo fanno stare male.

Persino i pensieri più innocui e quelli inconsapevoli influiscono sulla nostra salute, vediamo come.

Ecco come le emozioni negative influiscono sulla tua salute fisica

Zone di dolore e probabili cause

Collo
Rifiuto di vedere le cose da lati differenti. Testardaggine, inflessibilità.

Spalle
Rappresentano la capacità di sostenere le nostre esperienze della vita. Il dolore nasce quando si tende ad appesantire tutto.

Spina dorsale
Rappresenta i sostegni della vita
Zona superiore: Mancanza di sostegno emotivo. Sentirsi non amati. Resistenza nel ricevere amore.
Zona centrale: Senso di colpa. Bloccati dal passato. Guardarsi sempre indietro.
Zona inferiore: Paura del denaro. Mancanza di una tranquillità finanziaria.

Polmoni
I polmoni sono un organo molto importante che lavora a stretto contatto con il cuore e che risulta sensibile e vulnerabile rispetto ad emozioni analoghe. La sensazione divedere negato il proprio spazio fisico e vitale può causare problemi respiratori e di asma. Al contrario, sentimenti di dignità e orgoglio contribuiscono all’apertura del petto e consentono ai polmoni di espandersi e di funzionare al meglio. Le emozioni che riducono la voglia di vivere sono pericolose per i polmoni, specialmente il doloree il lutto.

Gomiti
Rappresentano il cambiamento e l’accettare nuove esperienze.

Polsi
Rappresentano il movimento e l’agilità.

Fianchi
Paura di andare avanti nelle decisioni importanti.

Reni
Terrore, paura e shock sono le emozioni più pericolose per i reni. Il flusso energetico di queste emozioni si dirige verso il basso e possono minare la nostra forza e sicurezza, ma anche incoraggiarle. Forza e sicurezza sono connesse al funzionamento equilibrato dei reni nelle loro funzioni di ritenzione e evacuazione. Paura e spavento estremi possono portare alla perdita del controllo delle funzioni renali.

Fastidi alle ginocchia
Di frequente sono associati con la resistenza al piegamento. È l’orgoglio che domina le azioni. Si crede, in modo consapevole o meno, che perdonare sia un’azione di sottomissione.

Caviglie
Inflessibilità e senso di colpa.

Alluce valgo
Infelicità nelle esperienze della vita.

Influenza frequente
Parla di lacrime non piante, sicuramente per orgoglio o perché vi è così tanta ira da impedire di riconoscere il dolore che ci hanno causato.

I denti e le gengive
Queste parti del corpo sono strettamente legate ad ogni sentimento aggressivo. Quando si ha difficoltà ad esprimere la rabbia, la cosa più probabile è che i denti si rompano o che le gengive si infiammino. Se l’ira è maggiore, i denti tendono a spostarsi.

Cuore
Il cuore è molto sensibili agli stati emotivi. Le emozioni nobili, come coraggio, valore, onestà, altruismo e empatia rafforzano il cuore e lo spirito vitale, mentre le emozioni meno nobili, come il senso di colpa, il rimorso e la tendenza ad arrendersi li indeboliscono. L’amore e la voglia di vivere sono molto importanti per il cuore. Secondo l’antica medicina greca, si può davvero morire di crepacuore. Il cuore è considerato vulnerabile rispetto alle passioni turbolente che possono agitarlo e creare febbri anche acute.

Stomaco
Lo stomaco, proprio come il fegato, può raccogliere emozioni colleriche quali rabbia, ira, odio e frustrazione. Quando tali emozioni si accumulano nello stomaco possono portare a ulcere e gastrite. Passività, preoccupazione, ansia, tensioni e stress bloccano il fluire delle energie e possono causare problemi di stomaco, coliche e gonfiore, fino a nausea e disordini dell’appetito.

Share Button

UNISCITI ALLA NOSTRA COMMUNITY SU LINKEDIN! CLICCA SUL BANNER

 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulla pagina facebook “Psicologia“ , oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze ? Iscriviti al gruppo “Psiche e benessere
Se invece stai attraversando un periodo difficile e desideri parlare con uno psicoterapeuta contatta il nostro servizio di consulenza online
 

Commenti

commenti