I 7 segnali di un ambiente di lavoro dannoso

Per molte persone, l’ufficio è come una seconda casa. Le persone spendono la maggior parte della propria giornata al lavoro, e i colleghi diventano probabilmente le persone con cui si interagisce maggiormente durante la propria vita, dopo la famiglia o il partner.

bstegvpnwpd0mb6rh40l

Se non si è felici all’interno del proprio ambiente di lavoro, questa insoddisfazione può avere effetti anche sulla vita privata, danneggiando tutto ciò che essa riguarda, dall’autostima alla relazione con gli amici e la famiglia. Gli ambienti d lavoro dannosi possono avere effetti negativi anche sulla propria salute: l’aumento di stress legato al lavorare in un ambiente poco sano può portare a diverse conseguenze come ansia generalizzata, depressione, affaticamento, perdita del desiderio.

Se uno di questi sintomi vi sembra familiare, potrebbe essere opportuno rivalutare la situazione nel proprio ambiente di lavoro, per decidere se le cose possono essere migliorate o è tempo di cercare di trovare un nuovo lavoro e allontanarsi da una situazione ingestibile.

Ecco sette segnali che possono aiutarvi nel capire se il vostro ambiente di lavoro è dannoso per voi e la vostra salute.

“RITIENITI FORTUNATO DI AVERE UN LAVORO”

Se una frase del genere vi è mai stata riferita dal vostro capo o da un altro collega, potreste essere in grossi guai. Questa frase minacciosa è un modo per costringervi a restare in una posizione marginale, ed è sintomatica di una organizzazione che controlla e maltratta abitualmente i propri dipendenti.

SCARSA COMUNICAZIONE

Avete la sensazione di essere sempre gli ultimi a sapere le cose? Una mancanza di comunicazione generalizzata è tipica di molti ambienti di lavoro dannosi. Ad esempio, potrebbe capitare di non ricevere alcuna comunicazione riguardo al lavoro che avete svolto e alla vostra performance, o di ricevere solo valutazioni negative e sgarbate, lontane da critiche costruttive che possano aiutarvi a migliorare ciò che fate. Inoltre, potrebbe capitare di trovarsi in una situazione in cui fare il lavoro per due, tre, o quattro persone, e alla fine scoprire che il vostro capo o altri colleghi si prendono il merito del vostro duro lavoro.

TUTTI SONO DI CATTIVO UMORE

Se tutti intorno a voi hanno un’aria miserabile e sembrano di cattivo umore, allora potreste essere intrappolati in un ambiente di lavoro ostile. In questo tipo di ufficio non c’è entusiasmo. Nessuno si presenta al lavoro con l’aria sorridente e nessuno dice mai cose come “Adoro lavorare qui”.

L’OSTILITÀ È LA NORMA

Vi potrebbe sembrare di essere tornati ai tempi della scuola. Potreste trovarvi a pensare ansiosamente a cosa i colleghi dicono di voi alle vostre spalle. Il gossip e le dicerie tra i colleghi sono costanti, così come i litigi, i favoritismi, e le incomprensioni. Tutto ciò trasforma l’ufficio in un ambiente ostile dove vige il comandamento “mors tua, vita mea”.

LA DISFUNZIONALITÀ REGNA SOVRANA

Le riunioni vi sembrano una perdita di tempo, e inevitabilmente si trasformano in un caos disorganizzato dove nulla viene deciso o portato a termine?

Gli ambienti di lavoro dannosi spesso sono luoghi in cui regna la confusione, dove le scadenze non vengono rispettate, e tutti i tentativi di migliorare la situazione vengono interrotti con la classica frase “qui abbiamo sempre fatto le cose in questo modo”. Ciò potrebbe essere dovuto a problemi legati ad un basso morale e all’incapacità dei piani alti di gestire le cose.

AVETE UN CAPO TIRANNO

Un capo tiranno cerca sempre di tenere sotto controllo ogni vostra mossa, in attesa di potervi aggredire ad ogni buona occasione. Questi capi in genere non ascoltano gli altri e sostengono che il loro modo di agire è sempre quello giusto. Adorano mostrare il proprio potere per ricordare in ogni momento chi comanda in ufficio. Non sono mai disposti a fornire il proprio aiuto per risolvere un problema e non riconoscono mai un lavoro ben svolto.

Se credete che il vostro capo avrebbe da ridire persino se vi ritrovaste a saltare il lavoro perché in fin di vita, probabilmente si tratta di un capo tiranno.

AVETE LA SENSAZIONE CHE CI SIA QUALCOSA CHE NON VA

Se il vostro istinto vi dice che sta succedendo qualcosa di strano, potreste avere ragione. Il capo ha un atteggiamento poco chiaro? Vi viene chiesto di non dare specifiche informazioni ai vostri clienti o fornitori? Voi e i vostri colleghi siete costantemente sotto stress, non riuscite a dormire, avete paura di fare domande riguardo ad una determinata situazione? Questi sono segnali che indicano che probabilmente le cose non vanno bene come sembra e potrebbero degenerare da un momento all’altro.

 

Anche se questi segnali rappresentano problemi potenzialmente gravi e inaccettabili, la situazione del mercato del lavoro attuale potrebbe non consentirvi di lasciare l’ambiente in cui vi trovate e cercare fortuna altrove. Per questo motivo, trovare strategie per trasformare l’ambiente di lavoro dannoso in uno più sano è fondamentale.

Il primo passo per rendere l’ufficio un posto meno tossico in cui lavorare è proprio legato al riconoscimento di quei segnali, diventando più consapevole della disfunzionalità che vi circonda. Ciò può aiutarvi nel trovare un modo per relazionarvi con il capo e i vostri colleghi, perché se è vero che non avete il controllo di ciò che le persone fanno e di ciò che accade intorno a voi, avrete sempre la possibilità di decidere come agire.

Share Button
 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulla pagina facebook “Psicologia“ , oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze ? Iscriviti al gruppo “Psiche e benessere
Se invece stai attraversando un periodo difficile e desideri parlare con uno psicoterapeuta contatta il nostro servizio di consulenza online
 

Francesco De Martino

Psicologo Clinico, in tutt'altre faccende affaccendato.

Latest posts by Francesco De Martino (see all)

Commenti

commenti