9 reazioni che gli uomini hanno all’idea di prendere il cognome della moglie dopo il matrimonio

Durante il mio peregrinare su internet mi sono imbattuto in un bizzarro topic di Reddit.

Per chi non conoscesse Reddit, si tratta del più grande forum al mondo. Uno spazio virtuale dove gli utenti si scambiano suggerimenti su quali articoli vale la pena leggere, cosa li ha colpiti recentemente in rete e commentano. Tra le sezione di Reddit, ce n’è una chiamata AskReddit dove chiunque può fare una domanda (topic) alla quale poi tutti i membri del forum rispondono.

Come dicevo, mi sono imbattuto in un topic bizzarro.

Un utente chiedeva ai maschi della community come reagirebbero se dopo il matrimonio fossero costretti a prendere il cognome della loro sposa.

La domanda non è niente di speciale, tuttavia le risposte mi hanno stupito. In generale sono molto aggressive, come se venire privati del loro cognome dopo il matrimonio rappresentasse un furto della virilità, o qualcosa di simile. Sono risposte astiose, sulla difensiva, aggressive e illogiche quando cercano una motivazione.

Io personalmente non avrei problemi a prendere il cognome di mia moglie. Credo che in un rapporto sano ci siano almeno tre sfere: la mia sfera privata, la sfera privata di mia moglie e una terza sfera dove i nostri universi sono condivisi. Se quella terza sfera prendesse il nome di mia moglie o il mio è sostanzialmente irrilevante. Nelle altre due sfere, invece, entrambi manterremmo la nostra identità.

Tuttavia siccome le risposte nel forum mi hanno molto colpito ho deciso di condividerle con voi. Forse stimoleranno qualche riflessione.

matrim1

1. “Dirigo la casa – gestisco le pulizie, guadagno, organizzo le vacanze, penso ai pasti, etc. Mia moglie è una specie di asino, dunque dal momento che io sono quello che fa tutto, credo di aver il diritto che sia lei a prendere il mio cognome”

2. “Sono totalmente aperto alla possibilità. Fino a che il mio DNA è nel sangue di mio figlio, non m’interessa quale sia il nostro cognome. Ho suggerito alla mia ragazza di unire i nostri nomi con un trattino quando saremo sposati, ma lei non vuole! “

3. “Se orde di uomini cominciassero a prendere i cognomi delle loro mogli, sarebbe un passo sfortunato e forse irreversibile verso una cultura matriarcale. Ciò non sarebbe un bene per i ragazzi perché queste culture sono solite uccidere neonati di sesso maschile e trattare gli uomini come schiavi. In un mondo dove ci sono già pochi incentivi legali per gli uomini, questo è un piano inclinato sul quale non vorrei scivolare”.

4. “C’è qualcosa di così castrante sulla nozione di spazzare via il cognome dell’uomo. Il pensiero mi mette a disagio, e mi fa quasi arrabbiare. “

5. “Non lo farei mai. Non sono una persona che spinge i confini. Non mi piace richiamare l’attenzione su me stesso, e prendere il cognome di mia moglie mi farebbe sentire come se fossi in mostra – come se cercassi di fare una specie di dichiarazione, ma non sono il tipo. Per la stessa ragione, non farei mai la combinazione dei cognomi.

6. “Non esiste. La motivazione? Si tratta di un impulso sia biologico, ma anche contestuale. Biologicamente, la parola ‘dominio’ continua a saltarmi in mente. So che suona misogino, lo so. Ma io credo che credo che la famiglia sia un mio dominio. Ad esempio, in uno stato ipotetico di emergenza, sarei io a sacrificare la mia vita per salvare mia moglie e i bambini. Dovrebbe essere il mio cognome quello che continua a vivere”.

7. “Io sono un femminista. Ma dobbiamo tracciare una linea di confine prima o poi. La parità dei diritti non dovrebbe essere a costo di rovesciare tutte le convenzioni stabilite. Perché sposarsi se non si vuole accettare le tradizioni? “

8. “Non posso dare dignità a questa domanda con una risposta. Qualsiasi essa sia.”

9. “Il nome da nubile di mia moglie è molto comune, e il mio cognome è molto speciale. Così, lei era tanto impaziente di prendere il mio cognome come io di tenerlo. Credo di essere fortunato che le cose siano andate così perché questa è una domanda pesante che non vorrei dover affrontare”.

 

Fonte: 

Reddit

 

Share Button
 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulla pagina facebook “Psicologia“ , oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze ? Iscriviti al gruppo “Psiche e benessere
Se invece stai attraversando un periodo difficile e desideri parlare con uno psicoterapeuta contatta il nostro servizio di consulenza online
 

Francesco Boz

Le cose vanno bene - rispondiamo sorridendo per rassicurare noi stessi

Commenti

commenti