9 PUNTI DEBOLI (di tutti noi): 9 SOLUZIONI

Tutti abbiamo dei punti deboli.

“Ça va sans dire”

Possiamo scegliere se lavorarci sopra e “sistemarli” oppure no.
Possiamo tenerci i nostri punti deboli e continuare con la nostra vita.
Non è tanto scontato, sapete?
Alcune persone, non appena avvertono quanta strada dovranno percorrere per migliorare un punto debole, hanno la reazione istintiva del:
“Ok, lascio perdere. Mi vado bene così come sono”.

Occorre però capire quando è necessario migliorare un proprio aspetto e quando non lo è.

La risposta è piuttosto semplice, ma individuarla nella quotidianità delle nostre vite è (a volte) molto complicato.

LA DOMANDA che è LA RISPOSTA:

Questo tuo atteggiamento, comportamento, caratteristica, tratto distintivo ti rende la vita più faticosa del necessario?
Questo aspetto di te ti pone in conflitto con i tuoi desideri, con le tue speranze, con il fluire della tua giornata?
Insomma: questo PUNTO (non diciamo ancora se “forte” o “debole”) non ti permette di essere sereno con amici, famiglia, relazioni in genere o semplicemente con te stesso?

Benissimo. E’ ora di provare a modificarlo, piuttosto che abbandonarsi al laconico:

“Eh ma io sono fatto così”.

Non dovrete compiere una trasformazione dalla persona che siete ad una persona “estranea” a voi.
Si tratta solo di migliorare un aspetto concreto della vostra(NOSTRA) vita.

Rendiamo tutto con un esempio pratico:

Siete dei piloti di Formula Uno (è sempre bello sognare in grande) e mentre guidate vi accorgete che i vostri guanti non tengono bene la presa sul volante.
Addirittura, a tratti, sembrano pure troppo grandi.
Una volta tornati al box, chiederesti dei guanti nuovi?
Oppure pensereste:
“Beh, però in fondo i guanti sono questi, me li tengo”?
La risposta è probabile che sia: “Li cambio”.

FIN QUI E’ FACILE PERO’.

VE LI CAMBIANO altre persone. NON DOVRETE FARE NULLA voi.

Nella vita di tutti i giorni, invece, se i guanti son stretti, o scomodi, o scivolosi nessuno li cambierà per noi.
Dovremo anzi cucirceli da soli.

E qui la storia cambia: volete ancora farlo o lasciate stare e vi accontentate?

La tentazione è fortissima.

La pigrizia, l’abitudine e la resistenza al cambiamento formano un triumvirato che ha già esposto il suo verdetto:

“IO RIMANGO COME SONO”.

PECCATO.
Cucirsi dei guanti è complicato, faticoso e a volte doloroso, ma poi guiderete come Vettel in persona.

PUNTI DEBOLI E CONSIGLI PRATICI.

Come se fossimo in una sorta di Libro Game, se state leggendo quest’ultima sezione, avete scelto di cucirvi da voi i vostri guanti.

Individuiamo quindi alcuni punti deboli molto diffusi e affidiamoci alle pratiche risposte del Dott. Marty Nemko. (Psicologo Statunitense, specializzato in psicologia del Lavoro).
Il Dott. Nemko ha stilato una lista delle che domande che riceve più frequentemente
(riguardo a punti deboli delle persone, ovviamente).
ELENCO PUNTI DEBOLI E SUGGERIMENTI DOTT. NEMKO

#1 PROCRASTINARE (rimandare sempre qualcosa nel tempo)
Suggerimento: Fate “baby steps” = piccoli passi.
I Marines USA hanno un motto:
“Come si mangia un Elefante?”
“Un boccone alla volta, signore!”
Facile no?

2# NON SENTIRSI ABBASTANZA QUALIFICATI PER UN LAVORO
Suggerimento: Scegliere un lavoro più umile oppure affiancarsi a qualcuno di più preparato ed assorbire tutte le lezioni possibili come una spugna.

3# MANCANZA DI EMPATIA

Suggerimento: Tratta bene le persone a prescindere. Non hai ragione per partire dal presupposto contrario (tratta tutti male). Il potere della gentilezza apre porte segrete.

4# MANCANZA DI COMPENTENZE SUL LAVORO

Suggerimento: Fai più corsi possibili. Sfrutta ogni singola occasione. Chiedi. Fai. Sbaglia. (E permettiti di sbagliare).

5# SENTIRSI POCO ATTRAENTI

Suggerimento: Postura e sorriso.
Non sorridere sforzandoti di farlo. Sorridi pensando a come potranno cambiare le cose con piccoli accorgimenti.

6# PARLARE IN PUBBLICO
Suggerimento: Prova il discorso a casa e, davanti al pubblico, recitalo. E recita pensando di parlare a una sola persona.

7# DISORGANIZZAZIONE

Suggerimento: Inzia con il rassettare una piccola area del tuo ufficio, o della tua casa.
Scrivania per esempio: togli tutto. puliscila e riponi gli oggetti sulla scrivania con ordine.

8# PAURA DI FALLIRE

Suggerimento: A volte è più saggio capire che esista la possibilità di fallire, piuttosto che far finta che tutto andrà bene incondizionatamente.
Questa presa di coscienza aiuterà.

9# SENTIRE TROPPO SPESSO TROPPA FATICA

Suggerimento: Allenati. Sembra un controsenso e invece, di senso, ne ha eccome.
Allenati e ripristina i ritmi corretti di veglia e sonno.
Allenarti ed arrivare a casa stanco ti permetterà di addormentarti con meno fatica.

Grazie, come sempre.
Se volete scrivermi o contattarmi, mi trovate qui:

 

FACEBOOK: GIACOMO FUMAGALLI

LINKEDIN:   GIACOMO FUMAGALLI

Bibliografia:

https://www.psychologytoday.com/blog/how-do-life/201708/fighting-your-weaknesses 
https://www.psychologytoday.com/experts/marty-nemko-phd

Share Button
 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulla pagina facebook “Psicologia“ , oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze ? Iscriviti al gruppo “Psiche e benessere
Se invece stai attraversando un periodo difficile e desideri parlare con uno psicoterapeuta contatta il nostro servizio di consulenza online
 
Eccomi!

Giacomo Fumagalli

Laureato Scienze e Tecniche Psicologiche Bicocca.
In formazione in PPSDCE Bicocca (Psicologia dei processi Sociali, Decisionali e Comportamenti Economici).
Eccomi!

Commenti

commenti