6 consigli per restare forte e non tornare con l’ex

C’è un momento in cui ti senti forte, stai bene senza il tuo ex. Più che bene, ti guardi indietro e ti godi la tua libertà e il nuovo cammino che intraprenderai.

Ma dopo, ore, giorni o settimane dopo, ne senti la mancanza, ne senti il bisogno, immagini di tornare tra le sue braccia.

Prima metterai la parola fine prima starai meglio.

Vediamo quali sono i 6 consigli di Tina Gilbertson, autrice del libro “Constructive Wallowing: How to Beat Bad Feelings By Letting Yourself Have Them“, per restare forti e risoluti verso la decisione di concludere una relazione.

ex

1. Riconosci la perdita.

Se siete stati insieme una ragione c’era: un legame speciale, una passione condivisa, il suo senso dell’umorismo, gli amici, i ricordi e mille altre cose. Si perde sempre qualcosa quando termina una relazione. Poco valgono le parole di amici o parenti che insistono nel dirti che non hai perso nulla, che lui non era l’uomo giusto, che eravate troppo diversi. Cercano di consolarti, di farti vedere la rottura da una prospettiva diversa. Solo tu però sai quello che realmente hai perso e non avrai più. Rifletti su ciò che hai perso di concreto e dai al tuo dolore tutto il tempo che gli serve.

2. Accetta il tuo dolore.

La fine di una relazione può essere più dolorosa di un lutto, perché lui c’è ancora ma non puoi più vederlo. Quello che hai perso è il legame che condividevi, l’impegno reciproco, la complicità. Il dolore di questa perdita è perfettamente naturale. Accettalo senza colpevolizzarti e senza auto critica, non è vero che non dovresti stare male. Siete stati insieme solo un mese? Non importa, non esistono degli standard da rispettare prima di potersi sentire affranti. Solo tu puoi sapere come ti senti.

3. Desideralo.

Spesso il desiderio di rivivere i bei momenti di quello che è stato spinge le persone a tornare con il loro ex. Quasi sicuramente proverai il desiderio potente di tornare con lui. E quando questo desiderio fa leva sui tuoi sentimenti e prova a convincerti a scrivergli un messaggio, ad andarlo a trovare, a vederlo, tu accoglilo per quello che è: desiderio di rassicurazione. È normale averne bisogno. Basta riconoscerlo, provarlo con il corpo e con la mente ma non fare nulla, non agire. Il bisogno di essere rassicurata è normale quando il cuore è ferito. Devi impegnarti a tollerare questo sentimento e non agire per eliminarlo.

4. Adesso sei qui.

Focalizzati sul qui ed ora. Adesso come vanno le cose? La stanza è abbastanza calda? Hai mangiato? Sei seduta o distesa sul letto? Lascia che il tuo corpo si rilassi e respira profondamente. Concentrati sul momento che stai vivendo, l’unica cosa che devi fare è controllare il respiro e lasciare che se le tue emozioni decidono di ledere la tua calma lo facciano. Assaporale ma continua a restare concentrata sul respiro, passeranno in pochi minuti.

5. Evita l’alcol e le droghe.

Le sostanze psicotrope minano la tua capacità di giudizio. Qualsiasi decisione presa o azione fatta sotto l’influsso di queste sostanze ti riporterà di sei passi indietro.

6. Perdonati.

Qualcuno può pensare che non sia giusto abbandonare il tuo ex e andartene, senza concedere spiegazioni o una seconda possibilità. Ma nessuno sta vivendo quello che vivi tu. Nessuno ha dovuto abbandonare i sogni che riponevi in quella relazione o l’emozione di vuoto che ha preso il posto del calore della complicità. Terminare un rapporto non è facile, e se non riesci a farcela in una volta sola significa solo che sei umana. Sii tollerante con te stessa e se torni indietro, riprovaci quando ti sentirai più pronta. Quando chiuderai per sempre quella relazione e ti volterai indietro, lo farai senza sforzo né dolore. Sarai in pace con il tuo passato.