Test di riflessione cognitiva

Test di riflessione cognitiva

Di seguito elenco tre quesiti che appartengono al test di riflessione cognitiva. Provate a rispondere nel minor tempo possibile.

Dopo il test vi spiegherò alcune cose e alla fine vi darò le soluzioni ai quesiti.

 

Primo quesito

Una mazza da baseball e una palla costano 1,10 euro in totale. La mazza costa 1,00 euro più della palla. quanto costa la palla? 

 

Secondo quesito

Se 5 macchine costruiscono 5 gadget in 5 minuti, quanto tempo impiegheranno 100 macchine per costruire 100 gadget?

 

Terzo quesito

In un lago ci sono delle ninfee che ogni giorno duplicano la loro superficie. se impiegano 48 giorni per ricoprire l’intero lago, quanto impiegheranno per coprirne la metà?

Illusione della competenza

Questo periodo storico sarà ricordato ai posteri come quello dell’illusione della competenza.

Tutti sanno tutto poiché la reperibilità di informazioni è al suo massimo. Tutti sono esperti di qualcosa, basta sfogliare wikipedia per una decina di minuti e le nozioni necessarie a stupire sono in mano nostra. Poi nel ricordo sbiadiscono, investiamo poco tempo per assimilare queste nozioni e ne basta ancora meno per dimenticarle. Quello che resta, purtroppo, è il senso di efficacia che abbiamo provato quando siamo riusciti a rispondere al nostro interlocutore.

Non importa se abbiamo letto la risposta, ci inganniamo di essere competenti in materia.

Allora chi si informa sui sintomi delle malattie crede di poter sostituire il suo parere a quello del medico.

Chi segue il calcio è convinto che saprebbe organizzare la sua squadra del cuore meglio di come faccia un vero allenatore.

Tutti politici, tutti chef, tutti scrittori, tutti che sanno fare tutto.

 

La prima idea che ti viene in mente forse è sbagliata

Il nostro cervello si è evoluto per rispondere il più in fretta possibile agli stimoli ambientali. Questo ha favorito lo sviluppo di due canali di risposta, uno automatico, rapido, intuitivo ma poco preciso, e uno consapevole, più lento, razionale e più attento a prendere in considerazione tutte le varibile in gioco.

Lasciare che sia il canale automatico a rispondere ha i suoi vantaggi, ma tra questi non c’è certo la precisione.

Per capire di cosa si tratta, i pregiudizi sono attivati dal primo canale. Partono in automatico e, inutile dirlo, spesso sbagliano.

In generale non dovremmo mai fidarci delle nostre idee ingenue perché siamo sempre più intelligenti del nostro puro intuito. Altrimenti saremmo animali molto semplici, invece siamo uomini, cioè animali estremamente complessi.

 

Hai risposto correttamente al test di riflessione cognitiva?

 

Primo quesito

Una mazza da baseball e una palla costano 1,10 euro in totale. La mazza costa 1,00 euro più della palla. Quanto costa la palla?

La prima risposta che viene in mente è 10 centesimi. Però è la risposta errata perché se la palla costasse 10 centesimi, la mazza per costare 1 euro di più dovrebbe costare 1,10 euro. Infatti se la mazza costasse 1 euro sarebbero solo 90 centesimi più della palla.

Di conseguenza la palla costa 5 centesimi e la mazza 1,05 euro.

 

Secondo quesito

Se 5 macchine costruiscono 5 gadget in 5 minuti, quanto tempo impiegheranno 100 macchine per costruire 100 gadget?

Molti rispondono 100 minuti perché istintivamente considerano tutti gli elementi del problema variabili. 5 macchine, 5 gadget, 5 minuti uguale a 100 macchine, 100 gadget, 100 minuti. In realtà si aumenta il numero di macchine e di prodotti ma il tempo rimane costante. Ogni macchina impiega 5 minuti per costruire un gadget quindi 100 macchine, per costruire 100 gadget hanno bisogno di sempre di 5 minuti. La soluzione è semplice ma il nostro intuito non la coglie perché è nascosta nella ripetizione del 5.

 

Terzo quesito

In un lago ci sono delle ninfee che ogni giorno duplicano la loro superficie. Se impiegano 48 giorni per ricoprire l’intero lago, quanto impiegheranno per coprirne la metà?

La risposta automatica è 24, cioè la metà dei 48 giorni totali. Il nostro cervello in automatico pensa che per riempire l’altra metà del lago sia necessario lo stesso quantitativo di tempo servito per riempire la prima metà. Questo perché non elabora l’informazione chiave, cioè che ogni giorno il numero di ninfee raddoppia. Quindi il giorno prima di essere pieno il lago è ricorperto solo per metà. La risposta corretta è 47 giorni.

 

Rifletti bene, è facile sbagliare

Non dovremmo mai essere troppo sicuri delle nostre convinzioni. Questi tre quesiti sono veramente semplici rispetto alla confusione della vita reale, tuttavia molti sbagliano addirittura quando vengono interrogati su questi tre problemi.

Per questo non dovremmo mai fidarci del tutto della prima soluzione che ci viene in mente, dovremmo imparare a dubitare del nostro intuito e imparare a ragionare di più sulle cose.

Ci vuole pazienza.

 

Bibliografia

D. Kahneman, S. FrederickRepresentativeness revisited. Attribute substitution in intuitive judgment, in Heuristics and biases, ed. T. Gilovich, D.W. Griffin, D. Kahneman, New York 2002, pp. 4981

D. Kahneman, S. FrederickFrames and brains. Elicitation and control of response tendencies, «Trends in cognitive sciences», 2007112, pp. 4546

S. FrederickCognitive reflection and decision making, «Journal of economic perspectives», 2005194, pp. 2542

 

 

Share Button
 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulla pagina facebook “Psicologia“ , oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze ? Iscriviti al gruppo “Psiche e benessere
Se invece stai attraversando un periodo difficile e desideri parlare con uno psicoterapeuta contatta il nostro servizio di consulenza online
 

Francesco Boz

Le cose vanno bene - rispondiamo sorridendo per rassicurare noi stessi

Commenti

commenti

Tags:,