Quiz: sai distinguere le verità scientifiche dai miti sull’umore?

Oggi vi propongo un breve quiz attraverso il quale potete autovalutare quanto siete informati sul funzionamento del vostro umore.

Sapete distinguere i fatti scientifici dai miti sull’umore?

Provate.

miti sull'umore

#1 La musica migliora sempre l’umore.

A – Sì

B -No

#2 Quale tra i seguenti cibi si pensa abbia degli effetti positivi sull’umore.

A – Olio d’oliva

B – Salmone

C – Noci

D – Tutti quelli sopra

#3 L’interazione con gli estranei quale effetto ha normalmente sull’umore.

A – Nessuno

B – Lo migliora

C – Lo peggiora

D – Lo migliora durante l’interazione, lo peggiora in seguito

#4 È più facile scoprire se una persona sta mentendo quando sei di quale umore.

A – Buono

B – Pessimo

C – Neutrale

#5 L’umore è contagioso.

A – Vero

B – Falso

#6 L’esercizio può migliorare il tuo umore:

A – Creando nuove connessioni neuronali

B – Migliorando l’apporto di sangue al cervello

C – Alzando i livello di dopamina

D – Tutte le precedenti

#7 Le persone invecchiando sono soggette a un peggioramento dell’umore

A – Vero

B – Falso

#8 Quando un fumatore smette di fumare, soffre di un periodo di cattivo umore.

A – Vero

B – Falso

#9 Quando sei di buon umore tendi ad essere

A – Razionale

B – Superstizioso

C – Incline la rischio

D – Nessuna delle precedenti

#10 Il cambiamento del tempo può cambiare l’umore

A – Vero

B – Falso

Risposte.

#1 – B: la musica può migliorare l’umore, ma dipende da cosa ascolti. In un recente studio, l’umore di alcuni volontari fu migliorato dall’ascolto di Mozart, non cambiò di nulla ascoltando altri brani strumentali, e peggiorò quando ascoltarono delle musiche tratte dal film Schindler’s List.

#2 – D: le persone che consumano molto olio d’oliva sono meno depresse. Il salmone e le noci sono una buona fonte di omega-3 e alcuni studi suggeriscono che questi acidi grassi essenziali possano migliorare l’umore. In generale sembra che il cibo ad alto contenuto calorico possa funzionare da rinforzo naturale utile a ridurre lo stress.

#3 – B: uno studio della British Columbia University ha scoperto che brevi interazioni con gli sconosciuti tendono a migliorare l’umore delle persone. I ricercatori teorizzano che le persone tendano a cercare di impressionare gli estranei, agendo in modo cordiale con essi. L’effetto secondario di questa dinamica sarebbe il miglioramento dell’umore.

#4 – B: una ricerca australiana sugli effetti dell’umore ha evidenziato che il buon umore comporta una maggiore fiducia nel prossimo mentre il cattivo umore comporta maggiore scetticismo. Per questo le persone di cattivo umore saranno più difficili da raggirare con le menzogne.

#5 – A: persone sorridenti e ottimiste ci infondono buon umore e ottimismo, persone depresse o musone ci abbassano decisamente il tono dell’umore. Il nostro umore dipende sempre in parte dall’umore degli altri a causa di una caratteristica umana chiamata empatia.

#6 – D: l’esercizio crea nuove connessioni neuronali, migliora l’apporto di sangue al cervello e favorisce il rilascio di dopamina.

#7 – B: numerosi studi sostengono che le persone invecchiando tendano ad accentuare l’umore positivo. Una possibile causa risiede nella comprensione del tempo limitato a loro disposizione, questa nuova considerazione potrebbe a livello inconsapevole o consapevole spingere gli anziani a concentrarsi sui dettagli positivi della vita. Un’altra possibilità è fisiologica: il cervello degli anziani è più facilmente attivabile in presenza di immagini positive che negative.

#8 – B: anche se è vero che chi smette di fumare si sente irritabile, uno studio della Brown University ha spiegato che l’umore peggiora solo in chi tenta di smettere ma non ci riesce, perché quotidianamente ricade in una o più sigarette. Chi riesce a dare un taglio netto presenta invece un umore assolutamente positivo.

#9 – C: secondo uno studio pubblicato su The Journal of Personality and Social Psychology, le persone di buon umore sono più superstiziose. Una spiegazione, secondo gli autori, sarebbe quella per cui le persone di buon umore sono più inclini ad agire di pancia.

#10 – A: il tempo atmosferico è in grado di influenzare in modo significativo l’umore. Il sole è associato al buon umore, così la primavera e l’estate grazie alla luce e al clima favorevole amplificano il buon umore. L’inverno e le giornate in cui le ore di luce sono poche lo peggiorano.

 

Bibliografia

http://www.webmd.com/

Share Button
 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulle mie pagine di facebook “Psicologia“ e "Psiche e Sogno", oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze o avere il parere di uno psicologo o psicoterapeuta? Iscriviti al gruppo di Psiche “Psiche e benessere
 

Commenti

commenti

Tags: