Credo di capire la rabbia di quel ragazzo. Pur non contestando il fatto che il corpo esprima a modo suo ciò che non riusciamo a formulare –