“Mi sento ingannata, dottoressa”. G. si stravacca in poltrona e comincia a piangere. Continua “Era un periodo in cui uscivo poco, lavoravo poco ed ero un po’ giù.