… ma è davvero possibile?  «Dottoressa, è possibile “accontentarsi”?» A volte capita, che sia per caso o sincronia (considerando l’ottica junghiana), che in alcune mie settimane lavorative, di