I 9 errori che ci fanno sembrare delle persone noiose.

Lo psicologo Leary Mark e colleghi hanno condotto tre studi di psicologia sociale per stabilire cosa differenzia un interlocutore noioso da uno interessante. La conclusione è intuitiva, non è solo COSA si racconta, ma è altrettanto importante COME lo si racconta. Contenuto e stile hanno la stessa importanza.

noiose

In un primo studio i ricercatori hanno chiesto ai partecipanti di elencare quali comportamenti delle altre persone giudicassero noiosi. Da questa domanda è emersa una lista di 43 elementi. Un campione di partecipanti reclutato successivamente ha votato riguardo al grado di fastidio che ciascuno dei 43 elementi gli provocava.

In questo modo sono stati circoscritti 9 comportamenti noiosi, elencati di seguito in ordine decrescente di gravità.

  1. Egocentrismo negativo: lamentarsi della propria vita, raccontare di come niente vada per il verso giusto è considerato il comportamento più noioso.
  2. Banalità: superficialità, mancanza di argomenti e raccontare sempre la stessa storia si posiziona al secondo posto.
  3. Bassa affettività: mancanza di entusiasmo, parlata piatta, scarso contatto oculare e prosodia inespressiva.
  4. Tediosità: parlare lentamente, fare lunghe pause e ricorrere a lunghi giri di parole per arrivare al punto.
  5. Passività: avere poco da dire, non esplicitare il proprio punto di vista e sostenere sempre il pensiero comune.
  6. Egocentrismo: parlare solo di sé.
  7. Seriosità: una prosodia dura e formale scarsa di sorrisi ed elementi empatici.
  8. Ironia sciocca: il tentativo essere divertente a tutti i costi, ricorrendo spesso a battute sciocche.
  9. Distrazione: fare cose che interferiscono con la conversazione, distrarsi, fare altro.

In un secondo studio è stato chiesto ai partecipanti di guardare un video dove due persone interagivano e di definire chi fosse noioso, chi fosse interessante e perché. Il risultato è una lista di comportamenti che differenzia le persone noiose da quelle interessanti.

  1. Le persone interessanti svelano i propri pensieri e le proprie emozioni più di quanto facciano quelle noiose.
  2. Le persone interessanti contribuiscono al dialogo con un maggior numero di informazioni rispetto a quelle noiose.
  3. Le persone noiose usano un maggior numero di riempitivi o di parole che nel discorso non hanno molto significato.
  4. Le persone noiose contribuiscono meno alla conversazione in generale.

Nell’ultimo studio ai partecipanti è stato mostrato un video dove alcuni attori interpretavano il ruolo del noioso e altri quello dell’interessante, secondo quanto emerso in precedenza. Ai partecipanti veniva chiesto di esprimere dei giudizi sulle persone che vedevano nel filmato.

In generale i noiosi sono stati giudicati più duramente degli interessanti. Sono stati definiti impopolari, noiosi, meno amichevoli, asociali, difficili da capire e da conoscere, meno sicuri di sé e poco carismatici.

Tuttavia è stato attribuito anche un giudizio positivo alle persone noiose: sono state giudicate in generale come potenzialmente più intelligenti.

Share Button
 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulle mie pagine di facebook “Psicologia“ e "Psiche e Sogno", oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze o avere il parere di uno psicologo o psicoterapeuta? Iscriviti al gruppo di Psiche “Psiche e benessere
 

Francesco Boz

Le cose vanno bene - rispondiamo sorridendo per rassicurare noi stessi

Latest posts by Francesco Boz (see all)

Commenti

commenti