Cos’è il disturbo borderline di personalità

Il disturbo borderline di personalità interessa tra l’1 e il 6% della popolazione. È più comune nella popolazione femminile.

Le persone che ne sono soffrono tendono ad avere l’umore molto instabile ed emozioni molto impulsive.

L’area maggiormente compromessa da questo disturbo sono le relazioni interpersonali, non è raro che gli individuo borderline passino dall’idealizzare una persona a demonizzarli in modo repentino e senza reali motivi.

Disturbo bordeline di personalità

Brightest Hour: siamo in diretta con Francesco Boz, autore per Le Iene, fondatore della pagina l'Oltreuomo e Psiche.org.

Pubblicato da TEDxTreviso su Mercoledì 29 aprile 2020

Di seguito riportiamo i sette sintomi tipici del disturbo borderline di personalità:

#1 Intensa paura dell’abbandono, di essere lasciati soli. Sia paura reale, sia solo immaginaria.

 

#2 Tendenza a correre dei rischi senza pensare alle conseguenze: guida in condizioni pericolose, abuso di droghe, comportamenti sessuali a rischio, ect.

 

#3 Autolesionismo o discorsi / minacce di suicidio. Raramente le personalità borderline arrivano a tentare il suicidio, ma ne parlano spesso, minacciando le persone con cui sono in intimità di metterlo in atto. Frequenti invece le esibizioni di autolesionismo come tagli o bruciature.

 

#4 Instabile senso del sé. Queste persone si sentono completamente diverse a secondo di chi le circonda. La mancanza di un’identità univoca le rende instabili anche sul piano emotivo, poiché si sentono vuote o perse.

 

#5 Pensieri paranoidi. Credono cose che non sono vere, sono insensatamente ed enormemente gelosi, temono per l’incolumità delle persone a loro vicine immaginando scenari tragici (incidenti ferroviari, schianti in auto, rapine, …).

 

#6 Intensi sentimenti di rabbia. Spesso è proprio durante queste crisi che avvengono gli episodi di autolesionismo. In generale il sentimento di rabbia trova sempre uno sfogo fisico, quando non rivolto verso di sé, può essere rivolto verso oggetti o persone esterne.

 

#7 Vivono tutte le emozioni in modo amplificato. Questo significa sperimentare de picchi tutto o niente su qualsiasi sensazioni essi vivano. Lo sfoggio d’amore intenso può virare improvvisamente all’odio più feroce. Ansia spaventosa e agitata può diventare depressione quasi immobile.

 

Il trattamento del disturbo borderline di personalità riguarda prevalentemente il controllo delle emozioni. A volte si deve ricorrere a farmaci antidepressivi o a stabilizzatori dell’umore per arginare le fasi acute del disturbo.

 

Bibliografia

http://www.spring.org.uk/

Share Button
 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulla pagina facebook “Psicologia“ , oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze ? Iscriviti al gruppo “Psiche e benessere
Se invece stai attraversando un periodo difficile e desideri parlare con uno psicoterapeuta contatta il nostro servizio di consulenza online
 
Francesco Boz
Follow me

Commenti

commenti