Senza di te sono persa: il disturbo dipendente di personalità

Disturbo dipendente di personalità

Cos’è il disturbo dipendente di personalità?

Il disturbo dipendente appartiene al cluster c dei disturbi di personalità, il disturbo in questione si contraddistingue per una scarsissima autostima di se stessi, chi soffre di questo disturbo non riesce a vedersi in maniera autonoma, ma delega la sua felicità e il suo senso di identità a chi gli sta vicino.

La separazione con l’altro diventa insostenibile, la persona con questo disturbo non sa scegliere per la propria vita in maniera autonoma, ma delega sempre agli altri, la persona con disturbo dipendente ricerca continuamente accudimento, appena finisce una relazione, ne ricerca immediatamente un altra pur di non rimanere sola, è un disturbo più comune nel sesso femminile che maschile.

Nel DSM il disturbo dipendente di personalità è inserito nel cluster C, e i criteri diagnostici sono i seguenti.

Incapacità di prendere decisioni quotidiane in autonomia.
Richiedere eccessivo accudimento.
Pur di ricevere accudimento dagli altri, si prostra a compiti spiacevoli.
Incapacità di assumersi responsabilità, in merito alle scelte di vita, (delega gli altri).
Difficoltà nell’esprimere disaccordo verso gli altri, per il timore di non essere poi più supportati e accuditi.
Preoccupazioni irrealistiche di essere abbandonato.
Sentirsi a disagio quando si rimane soli.
Il disturbo si presenta in età adulta e coinvolge il 2% della popolazione.

Cause disturbo dipendente
Probabilmente nell’infanzia questi pazienti hanno avuto un attaccamento insicuro ambivalente sperimentando l’imprevedibilità della figura di attaccamento.

Quindi nell’età adulta si muovono nel conosciuto, per evitare l’imprevedibilità.

Quale lavoro psicoterapeutico?
Importante sarà lavorare sul processo di separazione individuazione, potenziare il senso d’identità personale, l’autostima, far sviluppare al paziente la facoltà di decidere autonomamente per la propria vita.

La terapia può richiedere un periodo medio/lungo, ma si possono ottenere buoni risultati, la difficoltà nel pazienti con disturbo di personalità rimane legata all’egosintonia, nel loro modo di percepirsi.

Soffri di un disturbo dipendente di personalità?

Contattami per un primo colloquio clinico.

Contatti
fabiodesantispsicologo@gmail.com

3472404101

 

Share Button
 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulle mie pagine di facebook “Psicologia“ e "Psiche e Sogno", oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze o avere il parere di uno psicologo o psicoterapeuta? Iscriviti al gruppo di Psiche “Psiche e benessere
 

Commenti

commenti