Dopo 2 anni ho scoperto che mi tradiva |LE VOSTRE STORIE

Serena (nome di fantasia) ci racconta una storia di tradimento, delusione e voglia di rinascere.

Credo che amare una persona voglia dire lasciarsi andare… come quando ti butti all’indietro con gli occhi chiusi e sai che lui ti prenderà. Ora mentre scrivo mi sento un po’ stupida a pensarlo, ma non c’era nessun’altra possibilità, per me, di amare. O così o non ne vale la pena.

Ora mi viene da piangere…

Un po’ è la frustrazione, mi sento una povera cretina… una di quelle bambine che crede ancora al principe azzurro. Un po’ è il vuoto di aver perso i sentimenti con i quali nutrivo le mie giornate… già la vita è dura, il lavoro, gli impegni, poi trovi una cosa bellissima è dopo scopri che era tutta una bolla di sapone.

Non volevo controllare il suo telefono, non l’ho mai fatto. Ho scoperto che mi tradiva perché ha ricevuto una chiamata. Aveva lasciato il telefono sul tavolo e lui era in doccia. Ho risposto e una donna sconosciuta dall’altro capo dello smartphone ha detto: “Ciao amore!”.

Credo che si faccia un uso idiota della parola amore. La si butta lì così, come riempitivo… amore da tutte le parti. Ma ho l’amore è qualcosa di prezioso, di speciale da proteggere e coltivare, oppure non vale niente… e allora diventa una parola che può usare anche una ragazza che va a letto con un uomo già impegnato.

Lo lasciato, la mia famiglia è sconvolta. Lo odiano. Io invece non lo odio, non so come ma mi manca. Una mia cara amica mi ha detto che se torno con lui mi toglie il saluto… devo stargli lontano oppure devo stare lontano da lei.

Quando l’ho rivisto lui era cambiato. Umile, sottomesso, si è scusato più volte per quello che ha fatto. Io voglio credergli. Dice che è sempre stato abituato a sentirsi desiderato dalle donne e mentre stava con me questa sensazione gli mancava… per questo ha cedute alle lusinghe di quella.

Può un uomo cambiare dopo aver fatto un errore?

Io vorrei ricominciare, credergli, ma tutti quelli che mi circondano mi dicono di non farlo, di tenere duro e andare avanti.

Sto impazzendo… dentro di me combatto una lotta fortissima e non so come finirà. Ora quando lo vedo mi sento forte. Sento che la decisione spetta a me, lo guardo e vedo che sta aspettando il mio giudizio… la mia scelta.

Non so cosa decidere.

Share Button

Brightest Hour: siamo in diretta con Francesco Boz, autore per Le Iene, fondatore della pagina l'Oltreuomo e Psiche.org.

Pubblicato da TEDxTreviso su Mercoledì 29 aprile 2020
 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulla pagina facebook “Psicologia“ , oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze ? Iscriviti al gruppo “Psiche e benessere
Se invece stai attraversando un periodo difficile e desideri parlare con uno psicoterapeuta contatta il nostro servizio di consulenza online
 

Commenti

commenti