TRIANGOLO DI KARPMAN

Il triangolo di Karpman: vittima, persecutore e salvatore

Il triangolo di Karpman, detto anche triangolo drammatico, è un modello teorico di interazione umana disfunzionale. Gli attori (vertici del triangolo) sono la vittima, il persecutore e il salvatore

Il triangolo di Karpman serve a mappare le interazioni umane disfunzionali. Viene utilizzato per evidenziare i rapporti di potere e responsabilità nei conflitti. Ogni persona ha un ruolo ben preciso in questa interazione, dal suo ruolo derivano conseguenze verso sé e gli altri.

I ruoli sono tre, come i vertici del triangolo.

#1 Vittima (schema “povero me!”): cerca e ottiene attenzione, perché sia Persecutore che Salvatore si concentrano su di lei. Il ruolo di vittima soddisfa il bisogno di dipendenza e permette di evitare le responsabilità perché delega la motivazione delle sue azioni all’esterno. Non si tratta di una vittima reale, ma solo di una persona che recita questa parte. Si sente oppressa, accusata, disperata. Sembra incapace di prendere decisioni, di risolvere problemi e trovare soluzioni.

Persecutore (schema “è tutta colpa tua!”): controlla tutto, è iper critico, oppressivo e giudica. Si sente superiore e manifesta la sua grandiosità presunta. Bullizza la vittima. Quella del persecutore è una maschera indossata per evitare di ascoltare i propri sentimenti e per non venire divorato dalla proprie paure. Una specie di distrazione violenta dalla realtà, agita proiettando la propria forza su chi è più debole.

Salvatore (schema “ti aiuto io!”): il ruolo del salvatore è quello di aiutare la vittima. Così si sente buono, moralmente superiore, giusto. Aiutando un’altra persona però, evita di aiutare se stesso. Cioè scappa dai propri problemi e sentimenti. Quando non riesce a salvare gli altri subentra la frustrazione. L’aiuto del Salvatore però, non fa bene alla Vittima. La rende incapace di prendersi le sue responsabilità, così lei resta vulnerabile al Persecutore.

I tre ruoli del triangolo drammatico non sono stabili, possono variare tra i protagonisti della relazione in base alle circostanze.

Dinamiche familiari del triangolo di Karpman?

In familia tutti si scambiano costantemente i ruoli, sebbene ogni membro della famiglia abbia il suo ruolo preferito. Si alternano persecuzioni, lamenti, e salvataggi a vicenda. Queste famiglia sono piene di interazioni negative: desiderio di dominare, pretese, scuse e autocommiserazione. Mancano invece l’amore, il sostegno e la felicità!

Lo scambio dei ruoli

A livello comunicativo i legami costruiti all’interno del triangolo drammatico generano quelli che vengono chiamati in gergo “Giochi pericolosi”. Si tratta di una comunicazione falsa il cui scopo è instaurare o eliminare uno dei ruoli drammatici.

  • Il Salvatore si stufa di difendere la Vittima e ne diventa il Persecutore.
  • La Vittima esplode e stanca di subire inizia a prendersela con il Persecutore o il Salvatore.
  • Il Persecutore può redimersi e diventare il salvatore.

Nessuno di questi tre ruoli è comodo per chi lo interpreta, quindi tutti cercano di cambiare la propria situazione. Ma non si fugge, si può solo cambiare personaggio.

Questionario di auto analisi per scoprire il proprio ruolo nel triangolo di Karpman

Pensa a una situazione familiare che ti ha preoccupato ultimamente e cerca di rispondere alle seguenti domande.

1. Cosa non faccio in famiglia?

2. Cosa dovrei fare?

3. Come sono suddivise le responsabilità nella mia famiglia?

4. Sono responsabile di qualcuno?

5. Lascio che un’altra persona si assuma la responsabilità di se stessa e delle sue azioni?

6. Chi è il “padrone” in casa?

7. Dovrei avere più potere?

8. Chi sbriga la maggior parte delle faccende domestiche?

9. So disporre del mio potere positivamente e adeguatamente?

10. So impostare le mie barriere personali e assumermi la responsabilità delle mie azioni?

11. Quali barriere devo costruire da zero?

12. Uso ogni occasione per prendermi cura di me stesso in modo corretto?

13. Cosa provo in questa situazione? Cosa mi piacerebbe provare?

14. Quale azione devo intraprendere per ottenere il miglior risultato possibile?

15. Che cos’altro vorrei scrivere?

Dopo aver analizzato le tue risposte, scoprirai un sacco di cose interessanti su te stesso e sulle tue relazioni in famiglia!

Hai bisogno di una consulenza?
Contattami su uno di questi canali:
LinkedIn: https://www.linkedin.com/in/francesco-boz/
Facebook: https://www.facebook.com/boz.psi/
Instagram: https://www.instagram.com/bozfrancesco/

Share Button

UNISCITI ALLA NOSTRA COMMUNITY SU LINKEDIN! CLICCA SUL BANNER

 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulla pagina facebook “Psicologia“ , oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze ? Iscriviti al gruppo “Psiche e benessere
Se invece stai attraversando un periodo difficile e desideri parlare con uno psicoterapeuta contatta il nostro servizio di consulenza online
 
Francesco Boz
Follow me

Commenti

commenti