Trasformare un’emozione con un’immagine

sky-56308_1280

Ecco proposti schematicamente i 7 passi per un breve esperimento:

1. Sentire l’emozione che ci sta attraversando: tenerla con sé.

2. Chiedere a se stessi se ce la sentiamo di trasformarla.

3. Creiamo nella mente un’immagine/una scena che descrive cosa sentiamo.

4. È un momento di cura per sè: non andare di fretta, soffermarsi sull’immagine, sullo sfondo, sui dettagli di luminosità, sul contesto, costruire se si riesce con vividezza e profondità lo spazio.

5. Possiamo lavorare su alcuni dettagli o sull’intera immagine.

6. Un’azione difficile come questa va accompagnata da una profonda accettazione di ciò che in questo momento riusciamo a ottenere: siamo molto bravi nel metterci alla prova su questo, non svalutiamoci.

7. L’obiettivo è creare la consapevolezza che accogliere un’emozione negativa anziché rifiutarla, evitarla o passare direttamente a un comportamento (all’azione), è possibile e soprattutto trasformativo.

forest-1198698_1280
Un esempio:

Propongo la trasformazione di un’emozione complessa come la vergogna, emozioni primarie come rabbia e tristezza possono essere modificate in modo meno articolato, partendo da immagini mentali più semplici.

Sento che è difficile, ma voglio comunque tentare questo esperimento.

Tengo questa emozione, la accolgo, con fiducia, per poterla trasformare.

Cammino da solo, è notte, la strada è vuota, voglio raggiungere presto casa.

Voglio provarci, perché come la mia mente ha costruito questa immagine, la mia mente può trasformarla.

Piove, cammino e sento solo il rumore dei miei passi, il tempo sembra non scorrere, nessuno mi osserva, nessuno può giudicarmi, questo mi protegge, ma nel frattempo mi sento solo.

Passeggiare mi fa sentire libero di scegliere una direzione, ora la luce della strada è diversa, siamo quasi al tramonto, la strada è più affollata, mi sento curioso, incontrare uno sguardo non è ciò che temo, proseguo verso casa, ma non è un’urgenza raggiungerla.

 

In conclusione: si tratta di spunti, ciascuno di noi troverà – se sarà interessato ad approfondire la tecnica – un proprio stile e le condizioni ambientali e di rilassamento che possono facilitare la pratica dell’immaginazione attiva.


Pagina FACEBOOK:  Psicologia relazioni e sistemi

PER INFO E CONSULENZE:

dott.ssa Gaia Berio, psicologa, esperta in psicologia giuridica –  348 6028718 – 010255720

DOVE RICEVO SU APPUNTAMENTO:
Via Antonio Stradivari 6, MILANO –  MM LORETO (linea rossa e verde)
Via San Luca 12/29, GENOVA
Piazza Golgi 23, ARENZANO (GE)
Share Button
 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulla pagina facebook “Psicologia“ , oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze ? Iscriviti al gruppo “Psiche e benessere
Se invece stai attraversando un periodo difficile e desideri parlare con uno psicoterapeuta contatta il nostro servizio di consulenza online
 
seguimi

Gaia Berio

Sono psicologa e psicoterapeuta ad approccio sistemico-relazionale. Da più di un anno mi occupo della consulenza psicologica a distanza per psiche.org. Lavoro molto con le coppie e uso l'ipnosi nei percorsi di psicoterapia.
seguimi

Commenti

commenti