Soffrire per amore non è normale

Da quando abbiamo aperto il servizio di consulenza psicologica sono sconvolto per aver scoperto che tantissime persone credono sia normale soffrire per amore.

Chiariamo subito una cosa: soffrire per amore non è normale.

È ovvio che il rapporto non può essere sempre idilliaco, ci sono alti e bassi. Il tuo partner sa essere molto irritante e tu non sei da meno. Questo è normale. La sofferenza no.

L’amore non può distruggere la tua autostima, far crollare le tue certezze, calpestare i tuoi bisogni. Se lo fa è qualcosa da cui fuggire al più presto. Eppure non fugge nessuno. V’inventate bugie surreali per giustificare il dolore che la vostra relazione vi provoca.

È solo un periodo difficile.

Bisogna essere pazienti.

Con il tempo tutti cambiano e migliorano.

Lui/lei ci tiene solo che è troppo confuso per dimostrarlo.

È normale soffrire per amore.

Questi sono solo alcuni esempi. Lasciatemi dire una cosa, pensare in questo modo è molto grave e rischia di compromettere per sempre la vostra felicità.

Distinguere i normali alti e bassi della relazione da un problema più serio

Per capire il tuo rapporto è sano oppure no devi famigliarizzare con due parole: frequenza e intensità.

La frequenza indica il numero di volte in cui qualcosa capita. L’intensità indica la forza di quell’evento.

I comportamenti che da soli determinano la patologia del rapporto di coppia sono veramente rari. Direi che l’unico è la violenza fisica. Se c’è quella non bisogna aspettare nemmeno un minuto, si deve scappare.

Tutti gli altri sono gli stessi comportamenti comuni a tutte le coppie, sane e no. La differenza è quanto sono frequenti e quanto sono intensi.

Per esempio la gelosia non è un’emozione patologica. Lo diventa quando tu o il tuo partner siete gelosi per la maggior parte del tempo. Soprattutto se la sensazione di gelosia è così forte da impedirti di ragionare, di metterla da parte o addirittura ti spinge a mettere in atto comportamenti bizzarri.

Lo stesso vale per i litigi. Non siamo sempre d’accordo nemmeno con noi stessi, figuariamoci con un altra persona. Ma due innamorati non possono litigare sempre. E il litigio non può diventare l’occasione per offendere e denigrare l’altro.

Riassumendo. Se la frequenza e l’intensità dei momenti brutti che vivete con il partner assorbe la maggior parte del rapporto allora quel rapporto è patologico. Quindi fa soffrire, ma non è normale che sia così.

Soffrire per amore non è normale

Il premio nobel Daniel Kahneman ha illustrato il motivo per il quale cose che non sono normali a noi lo sembrano. La causa di questo inganno è la famigliarità.

Andare in vacanza a New York e incotrare un vostro vecchio compagno di scuola non è normale. Anzi, si tratta di un evento altamento improbabile. Perciò, se succedesse rimarresti sbalordito e divertito da quella cosa tanto assurda. Immagina però di andare in vacanza a Parigi e incontrare lo stesso vecchio amico. Questo evento sarebbe ancora più improbabile,dovresti stupirti il doppio di quanto lo eri la prima volta che l’hai incontrato. Invece accade proprio il contrario. Perché la prima volta il tuo cervello ha creato un cassetto dove ha messo dentro il tuo amico. Sul cassetto c’è scritto “l’amico che incontri quando vai all’estero”. In pratica ti sei abituato a quell’evento particolare e ora saresti più stupito di non incontrarlo.

La stessa cosa vale nelle coppie.

Essere umiliati e offesi durante un litigio non è normale. La prima volta che il tuo partner lo fa sicuramente sei rimasto stupito. Ma se questo comportamento patologico di ripete, il tuo cervello comincia a pensare che sia normale. Pensa che l’amore è questa cosa qui. Si convince che sia normale soffrire per amore.

Lo ripeto.

Non è normale soffrire per amore, ti sei solo abituato a considerare comune una dinamica patologica.

Share Button
 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulle mie pagine di facebook “Psicologia“ e "Psiche - ψυχή", oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze o avere il parere di uno psicologo o psicoterapeuta? Iscriviti al gruppo di Psiche “Psiche e benessere
 

Francesco Boz

Le cose vanno bene - rispondiamo sorridendo per rassicurare noi stessi

Commenti

commenti