IL PREGIUDIZIO

I pregiudizi e gli stereopiti pervadono la nostra vita quotidiana. Il pregiudizio è un atteggiamento negativo su un gruppo o sui suoi membri , le valutazioni negative che contraddistinguono il pregiudizio spesso sono sostenute da credenze negative chiamate stereopiti. Il pregiudizio è un atteggiamento, lo stereopito è una valutazione.

Esiste sia il pregiudizio esplicito sia implicito , è esplicito se è conscio, deliberato e controllabile dal soggetto, implicito è forte , è di mancanza di consapevolezza del soggetto.

Ma come si forma il pregiudizio? Esso nasce da varie fonti. Tra di esse vi sono:

-DISUGUAGLIANZE SOCIALI: una volta che esistono queste disuguglianze il pregiudizio aiuta a giustificare la superiorità economica e sociale di chi ha benessere.

-SOCIALIZZAZIONE:  il processo attraverso cui viene consegnato alle nuove generazioni il patrimonio culturale accumulato fino a quel momento.

-PERSONALITA’ AUTORITARIA: tali soggetti, da bambini erano stati spesso sottoposti a una dura disciplina da parte dei genitori. Queste persone tendono a sottomettersi a chi possiede maggior potere e ad assumere comportamenti aggressivi nei confronti di coloro che appartengono a minor status.

-CONFORMITA’:  quando il pregiudizio è accettato socialmente , molte persone seguono il percorso della minima resistenza e della conformità alle mode.

Molti stereopiti sono il risultato più delle macchinazioni della mente che della malizia del cuore.

E’ particolarmente facile affidarsi agli stereopiti se si è:

-pressati dal tempo

-stanchi-

-preoccupati

Altri modi di percepire il mondo danno vita a stereopiti , un aspetto importante nella formazione di stereopiti è il livello di salienza , una persona di colore in mezzo a un gruppo di bianchi, un uomo in un gruppo di donne, un giovane in un gruppo di anziani sembrano più evidenti e si tende a vedere la persona come la causa di tutto ciò che succede.

E’ possibile ridurre il pregiudizio? Non esiste un rimedio semplice. Un ruolo importante è ricoperto dalle emozioni e dalle aspettative sia a livello individuale che intergruppi, in particolare dall’empatia.questa-qui

Share Button
 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulle mie pagine di facebook “Psicologia“ e "Psiche e Sogno", oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze o avere il parere di uno psicologo o psicoterapeuta? Iscriviti al gruppo di Psiche “Psiche e benessere
 

Commenti

commenti