Il potere dell’immaginazione

aiuto psicologico

Una definizione di immaginazione

L’immaginazione non segue necessariamente la logica.
Grazie al cielo.
È spesso legata alla nostra dimensione affettiva, ai nostri sogni, alle intuizioni e alla nostra capacità di produrre con il pensiero componenti semplici o complesse apprese con l’esperienza dei sensi, e sempre modificabili.
Ad essa è profondamente connesso il potere creativo e trasformativo indispensabile ad agire sugli stati interni della mente come sui contesti esterni, cioè sull’ambiente.
Quando i bambini ascoltano le fiabe usano la forza, l’energia dell’immaginazione per raffigurarsi nella mente luoghi, atmosfere, personaggi, voci, panorami.
Pioggia e mare.
Pioggia nel mare.
Deserti e distese bianche di neve.
Neve che cade sul deserto.
Diventano in quegli attimi potenti registi di originali scenari.
art-1699977_1920
Nella dimensione dell’immaginazione il tempo perde buona parte del suo potere organizzativo, da bravo costruttore di regole.
Lo spazio si fa un cielo universale di possibilità.
Che prendono forma in modo unico – meraviglioso, insolito, fantastico – dalla nostra volontà di inventare mondi possibili.
Onirici e reali.
Estesi o circoscritti.
Silenziosi o fragorosi.
Animali e selvaggi o evoluti e costruiti.
Moderni.
Primitivi.
Futuri.
Passati.
Attuali.
Bloccati.
Rapidi.
E così possiamo dare vita a nuove immagini di noi.
Quindi a un nuovo modo di essere nel flusso del reale.
E qui dovremmo chiederci: si tratta di indossare una maschera o di dare finalmente voce a una parte di noi magari molto profonda che per lungo tempo è rimasta sommersa?
Ciò che riusciamo a immaginare è spesso già nostro.
L’immaginazione crea raggi di luce che arrivano fino alle acque più insondabili.
Tra alghe, fango, sassi e buio.
E ciò che è colpito dalla luce diventa visibile.
island-1557480_1920-1024x1024
Il proiettile che fa rinascere.
Noi come gli altri.

Aiuto psicologico, un percorso che favorisce l’uso terapeutico dell’immaginazione

Ciò che è visibile acquisisce nuova forza nel potere riflessivo dell’auto-cambiamento, perché può essere pensato, quindi tenuto con sè e nuovamente in mille spirali che si allargano creare rinnovate, rare, eccezionali immagini.
Possiamo creare come distruggere. 
Curare come distanziare.
Giocare o argomentare.
Combattere come amare.
Contenere o rifiutare. 
L’immaginazione è potere.
Immaginiamo.
Il mondo.
Noi stessi.
I nostri talenti.
Abilità.
Condizioni.
Possibilità.
Controindicazioni non ce ne sono.
 coral-1653755_1280
Per sintetizzare il potere dell’immaginazione si possono usare molti capolavori.
Imagine, è il mio preferito.  
“Se il pensiero pensa, l’immaginazione vede!” (Bruno Munari)

Pagina FACEBOOK:  Psicologia relazioni e sistemi

PER INFO E CONSULENZE:

dott.ssa Gaia Berio, psicologa, esperta in psicologia giuridica –  348 6028718 – 010255720

DOVE RICEVO SU APPUNTAMENTO:
Via Antonio Stradivari 6, MILANO –  MM LORETO (linea rossa e verde)
Via San Luca 12/29, GENOVA
Piazza Golgi 23, ARENZANO (GE)

Share Button
 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulle mie pagine di facebook “Psicologia“ e "Psiche - ψυχή", oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze o avere il parere di uno psicologo o psicoterapeuta? Iscriviti al gruppo di Psiche “Psiche e benessere
 

Gaia Berio

Attualmente lavoro perloppiù a Genova. Sono psicologa e psicoterapeuta in formazione, mi occupo di consulenze alla persona, alla coppia e alla famiglia usando l'approccio relazionale-sistemico, lavoro spesso affiancata da colleghi di altri orientamenti, collaboro da anni con un centro anti-violenza e ho esperienza nel trattamento della disabilità. Credo che la psicologia ci consenta un’azione semplice, talvolta nascosta dietro un’ombra: autorizzarci a credere in un cambiamento del nostro modo di osservare il mondo e le relazioni che lo abitano.

Commenti

commenti