Perché mettere in ordine abbassa l’ansia?

 

 

L’ansia è un disturbo che solo chi ha sperimentato su di sé può davvero comprendere.

È connotata da caratteristiche per certi versi più ambigue, meno decifrabili rispetto a quelle della depressione.

L’ansia scappa trascinandoti con sé in una stanza vuota e assordante.

La depressione ti blocca in una palude, vedi il mondo andare avanti mentre il fango attorno alle tue caviglie moltiplica la presa.

 

L’ansia e il senso di vuoto

L’ansia ha a che fare con il vuoto.

Con un inspiegabile senso del nulla.

Con paure talvolta senza nome, misteriose, primordiali.

Chi ha familiarità con questo stato dell’anima che travolge il pensiero, le emozioni e il comportamento, sa bene che dedicarsi a riordinare la propria casa, ha l’effetto di ridurla in modo quasi istantaneo.

Cerchiamo di vedere 3 dei motivi per cui accade questo fenomeno.

Perché dedicarsi al riordino abbassa l’ansia?

#1 Fare ordine nell’ambiente in cui vivi è un’uscita di sicurezza che ti permette di stoppare il pensiero eccessivo

Riesci in questo modo a mantenere la mente presente su ogni singola tua azione che richiede attenzione, presenza, impegno.

#2 Tu sei come la tua casa e la tua casa è come te

Prenderti cura del tuo ambiente equivale a fermarti e prenderti cura di te. Ogni azione di accudimento ha un grande potere comunicativo. Vivendo uno stato di agitazione o ansia, nel momento in cui ti prendi cura di casa tua è come se dicessi a te stesso: «Ho un valore» e questo ti rafforza.

#3 L’ansia è profondamente connessa a vuoto, assenza, mancanza, perdita, senso del tempo alterato

Fare ordine equivale a riempire il tuo tempo con una catena di azioni sensate e finalizzate a un risultato oggettivo che vedi con i tuoi occhi.

Una volta lavati tutti i piatti che erano nel lavandino, soddisfatto, li osservi puliti. Una volta piantati i chiodi per quei due quadri appoggiati alla parete da mesi, la tua vista potrà goderne.

Queste attività non solo ti consentono attivamente di uscire dal caos, ti permettono soprattutto di dire a te stesso che sei in grado sia di fare i conti con la tua confusione mentale sia con il senso di vuoto, così familiari a noi ansiosi.

 

 

http://www.spazidicostruzione.it – 348 6028718 – 371 3095423

Hai bisogno di aiuto?

 

 

Share Button
 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulla pagina facebook “Psicologia“ , oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze ? Iscriviti al gruppo “Psiche e benessere
Se invece stai attraversando un periodo difficile e desideri parlare con uno psicoterapeuta contatta il nostro servizio di consulenza online
 
seguimi

Gaia Berio

Sono psicologa e psicoterapeuta. Da un anno mi occupo della consulenza psicologica a distanza per psiche.org. Lavoro molto con le coppie e uso l'ipnosi nella psicoterapia individuale.
seguimi

Commenti

commenti