Perché dormire nudi ci fa stare bene

nudo

Qual è la tua divisa da nanna? Piagiamone accogliente? Biancheria intima e T-shirt? Pantaloni della tuta?

O dormi nudo?

Ci sono una serie di buoni motivi per cominciare a prendere quest’abitudine. Dormire nudi può essere motivo di vantaggio sia per il tuo rapporto, sia per la salute e la qualità del sonno.

Non è difficile pensare agli effetti positivi del dormire nudi quando si è in coppia: stare pelle-a-pelle può migliorare il sentimento di vicinanza e d’intimità, sia fisico che emotivo. Piuttosto che fare affidamento sul pigiama per avere più calore, chi dorme nudo è più propenso a stringersi per farsi caldo – e a poi trovare il fresco nel distacco. Stare nudi e fisicamente vicini a letto può rendere il sesso – soprattutto quello spontaneo, non pianificato – più probabile e più frequente.

Dormire nudi può anche contribuire a una maggiore sensazione di felicità nella relazione. Stare pelle a pelle stimola il rilascio di ossitocina, alla quale ci riferiamo spesso come a “l’ormone dell’amore”. L’ossitocina influenza le emozioni che guidano il comportamento sociale e il rapporto interpersonale, generando sentimenti di fiducia, facilità e stabilità tra i partner. Studi hanno dimostrato che un aumento dei livelli di ossitocina ci rende più sensibili alle emozioni altrui, e può aumentare i livelli di attrazione tra i partner in relazioni a lungo termine. L’ossitocina non si limita a promuovere emozioni positive nella relazione – ma conferisce anche benefici per la salute fisica, riducendo i livelli di stress e di ansia, e abbassando la pressione sanguigna.

Ci sono altri benefici per la salute che possono derivare dal dormire nudi, sia che tu sia in coppia o single. Dormire nudi può aiutare il vostro corpo ad aumentare le sue riserve di grasso bruno, il tipo di grasso che in realtà brucia l’energia, sotto forma di calorie, piuttosto che memorizzarlo come grasso ordinario. I bambini hanno il grasso bruno per aiutarsi a stare caldi, e recentemente gli scienziati hanno scoperto che anche gli adulti possono averlo, portando l’attenzione sui possibili benefici terapeutici nella gestione del peso e nell’evitare malattie metaboliche tra le quali il diabete di tipo 2. Non sappiamo ancora quali vantaggi possono esserci nel manipolare il grasso bruno – c’è ancora molto da imparare su come funziona negli adulti, e se ha senso aumentare o attivare il grasso bruno per la salute. Le prime ricerche suggeriscono che l’esposizione al fresco – anche quello della camera da letto – può innescare il grasso bruno a essere attivo nel bruciare le calorie. L’aumento del grasso bruno potrebbe a sua volta contribuire a fare perdere peso e a migliorare i livelli di glucosio e la funzione dell’insulina. Oltre a mantenere una temperatura bassa nella camera da letto, gli effetti del raffreddamento durante il sonno possono migliorare il modo in cui il grasso bruno funziona.

La regolazione della temperatura corporea verso il raffreddamento e non il surriscaldamento durante la notte, è una chiara ragione per migliorare il sonno. La temperatura corporea diminuisce naturalmente per tutta la notte, fase necessaria nella transizione del corpo verso il dormire. Dormire nudi può rendere più facile al corpo questa discesa graduale verso il fresco. Evitando di stare troppo caldi a letto – e permettere al corpo di regolare la temperatura secondo il suo bisogno – può faci addormentare più velocemente e dormire più profondamente.

Pronti a fare un tentativo? Ecco 4 suggerimenti:

  • Investi in una buona biancheria da letto e lavala frequentemente. Se dormi nudo desideri che la biancheria da letto sia confortevole. Utilizza fibre naturali come cotone o seta, lava e cambia frequentemente le lenzuola.
  • Mantieni fresca la temperatura della camera da letto. Alcuni dei vantaggi del dormire nudi può diminuire se si dorme in una specie di sauna. Inoltre, il sonno può soffrire in una stanza troppo calda, con o senza vestiti.
  • Assicurati che le tue mani e i tuoi piedi siano caldi. Il corpo rilascia calore attraverso le sue estremità come parte del raffreddamento del sonno. Avere mani e piedi freddi può interferire con questo processo. Mantieni mani e piedi caldi nelle ore prima di dormire – per esempio con una doccia prima – e assicurati di avere sufficiente biancheria da letto per evitare di raffreddarti le mani e piedi durante la notte.
  • Indossa il meno possibile. Se dormire nudi non fa per te, prova a indossare il minimo dell’abbigliamento per il riposo notturno. Eviterai il surriscaldamento, e dormirai più profondamente.

Prova a dormire nudo prima di decidere che non fa per te. Potresti sorprenderti di quanto naturale e a tuo agio ti sentirai.

 

Bibliografia:
Michael J. Breus, PhD
The Sleep Doctor™

Share Button
 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulle mie pagine di facebook “Psicologia“ e "Psiche - ψυχή", oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze o avere il parere di uno psicologo o psicoterapeuta? Iscriviti al gruppo di Psiche “Psiche e benessere
 

Francesco Boz

Le cose vanno bene - rispondiamo sorridendo per rassicurare noi stessi

Commenti

commenti