Sei la pecora nera della famiglia?

pecora nera della famiglia

La famiglia è un sistema complesso di valori condivisi da tutti gli individui che ne fanno parte. In pratica è una piccola comunità di cui fanno parte il papà, la mamma e i figli. Poi c’è la famiglia allargata nella quale troviamo anche i nonni, gli zii, i cugini e tutte le altre persone che normalmente si incontrano nelle feste comandate.

I valori di una famiglia non sono giusti o sbagliati in assoluto, rappresentano una morale specifica declinata sulle abitudini dei suoi membri. Per esempio, in una famiglia molto legata alle tradizioni cattoliche sarà normale che la figlia si sposi con il ragazzo con cui va a convivere, in un’altra il matrimonio sarà un dettaglio irrilevante. Un altro esempio scollegato dalle tradizioni è la permanenza in casa dei genitori da parte dei figli. In certe famiglie se superati i vent’anni non sei andato via da casa alla ricerca della tua autonomia sei visto come un ragazzo problematico, in altre famiglie è perfettamente normale vivere con i genitori anche dopo i trent’anni.

 

La pecora nera della famiglia

La pecora nera della famiglia è quella persona che non aderisce al sistema di valori degli altri membri. Tutti si comportano in un modo mentre lui sembra viaggiare su altri binari.

Il tentativo di dare un giudizio positivo o negativo ai suoi comportamenti sarebbe comunque sbagliato. Ingenuamente si pensa che pecora nera della famiglia sia il termine che definisce quei ragazzi che deludono i genitori sprecando la propria vita. Non è esatto.

Il concetto chiave è la delusione: la pecora nera è chi delude la propria famiglia.

Però non è detto che deludere la propria famiglia significhi agire in modo scellerato o antisociale. Magari la tua famiglia è delusa perché sono tutti medici e tu hai preferito fare lo psicologo. Non c’è niente di male, solo la tua scelta non si adatta al sistema di valori dominante.

5 strategie per superare lo stigma di essere la pecora nera della famiglia

 

#1 Costruisciti la tua rete sociale personale

La famiglia non si può scegliere, gli amici sì. Anche se la tua famiglia non rispetta né condivide le tue scelte e il modo come sei, tu sei libero di circondarti di persone come te con il tuo stesso sistema di valori. Una famiglia acquisita che risponda alle tue esigenze di protezione e aiuto proprio come una famiglia vera.

 

#2 Sfrutta lo scetticismo della famiglia come motivazione per raggiungere obiettivi sempre più alti

Gli altri non credono in quello che fai. Questa è la condizione migliore per dimostrare a tutti che tu invece ci credi. Il desiderio di difendere quello in cui credi, rende i tuoi obiettivi più concreti e ti dà un po’ di motivazione un più da spendere nei giorni in cui tutto sarà più difficile.

 

#3 Trova la giusta distanza dalla tua famiglia

Vivere 24 ore su 24 in una casa dove tutti ti criticano non è tollerabile. In questo caso diventa necessario creare una distanza tra te e le critiche. Magari andando a vivere altrove e tornando in famiglia solo per raccontare i tuoi successi.

 

#4 Devi minimizzare le critiche

Le critiche che arrivano dalla tua famiglia non sono un attacco personale, sono solo frutto della loro incapacità di comprendere il mondo che c’è fuori dal loro campo visivo. Tu sai e vedi delle cose che loro non riescono nemmeno a immaginare. Ovviamente vale anche il contrario, non sei migliore o peggiore di loro, sei semplicemente diverso. Accetta le critiche anche se sono inutili, perché spesso sono solo il sintomo della paura che tu possa sbagliare.

 

#5 Fai quello in cui credi

Alla fine il consiglio più importante è uno: fai quello in cui credi!

Meglio sbagliare con la propria testa che ritrovarsi a vivere una vita che non ti appartiene!

Share Button
 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulle mie pagine di facebook “Psicologia“ e "Psiche - ψυχή", oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze o avere il parere di uno psicologo o psicoterapeuta? Iscriviti al gruppo di Psiche “Psiche e benessere
 

Francesco Boz

Le cose vanno bene - rispondiamo sorridendo per rassicurare noi stessi

Commenti

commenti