Non chiedermi perché sono triste, amami e basta

sono triste

Nei rapporti di coppia, una degli argomenti più delicati è come gestire la tristezza del partner.

Partiamo dal presupposto che non siamo tutti uguali, quindi di fronte a una persona che soffre reagiamo in modo molto diverso. Ma proviamo per un istante a porre l’attenzione sulla persona che soffre invece che su noi stessi, lei cosa desidera?

Quasi sempre, quando il nostro partner soffre, desidera queste cose.

 

#1 Amami e basta, senza provare a sistemare le cose.

Quasi sempre il dolore emotivo è uno sfogo della psiche che va lasciato libero di fare il suo corso. Se provi a mettere fine a quel dolore sbagli, devi solo far capire al tuo partner che lo ami anche quando soffre.

 

#2 Non indagare troppo.

Il dolore è qualcosa di molto intimo, non è mai facile parlarne. Per questo devi rispettare il diritto al silenzio di chi soffre senza cercare di capire il motivo. Se se la sentirà, sarà lui a parlare.

 

#3 Concedimi i miei spazi.

Non è vero che le persone quando soffrono non vanno lasciate sole. Spesso è proprio di appartarsi che hanno bisogno. L’unica cosa che devi fare è dare loro la certezza che appena ti vorranno di nuovo accanto a loro, tu ci sarai.

 

#4 Non chiedermi perché sono triste, aiutami a pensare ad altro.

Troppe volte l’unica cosa che siamo capaci di fare davanti a una persona che soffre è interrogarla su quel dolore. Cerchiamo invece di cambiare argomento, di parlare d’altro e di far sentire la nostra presenza normale, non la nostra presenza in assetto da emergenza.

 

#5 Fammi sempre sentire desiderabile.

La paura più grande di chi soffre e di essere indesiderabile. Se scappi davanti al dolore del tuo partner darai un messaggio terribile. Così facendo comunichi che lui e lei non ti piace. Proprio nel momento in cui avrebbe bisogno di sentirsi dire il contrario.

 

#6 Non interferire con il mio dolore ma accompagnami fuori da lui.

Non si può rispondere a un sentimento con la logica. Lo si deve fare con gli abbracci, le carezze, l’amore. Non puoi spegnere il dolore del tuo partner ma puoi prenderlo per mano e imboccare assieme a lui la strada che porta fuori da questo momento triste.

Share Button
 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulle mie pagine di facebook “Psicologia“ e "Psiche e Sogno", oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze o avere il parere di uno psicologo o psicoterapeuta? Iscriviti al gruppo di Psiche “Psiche e benessere
 

Francesco Boz

Le cose vanno bene - rispondiamo sorridendo per rassicurare noi stessi

Commenti

commenti