Le persone insicure desiderano rendere insicuri gli altri

Cerca di ricordare. Ti è mai capitato di svegliarti bene, pieno di energie e di ottimismo e di cominciare la giornata pieno di buoni propositi. Poi incontri qualcuno. Non è una persona che sena dire nulla può cambiarti l’umore (come un ex fidanzato per esempio), ma parla molto e tutto quello che dice indebolisce il tuo buon umore. Questa persona vuole sapere cosa fai e come va, dopo mette l’accento sui problemi che non avevi ancora considerato e ti invita a riflettere di nuovo su qualcosa che davi per certo. Dopo mezz’ora di discorsi ti senti insicuro.

Lo psicoanalista viennese Alfred Adler ha coniato il termine complesso di inferiorità per descrivere il comportamento di queste persone.

Di quali persone parliamo? Parliamo di quelle persone che per affermare la propria superiorità hanno bisogno di indebolire gli altri. Individui che raggiungono la felicità, seppur effimera o solo presunta, rendendo infelici gli altri. Affermano il proprio sé in contrasto con quello degli altri.

Il nome che oggi diamo a quelle persone bisognose di affermare il proprio sé per pompare la loro autostima è narcisisti.

È importante dividere i narcisisti in due tipologie: i narcisisti grandiosi (overt) e i narcisisti vulnerabili (covert). I narcisisti grandiosi hanno un sé ipertrofico, si sentono superiori a chiunque e mancano completamente di empatia. I narcisisti vulnerabili si sentono deboli e impauriti dalla vita e dagli altri, per questo attaccano ogni cosa, cercano di sminuire il mondo che li circonda perché solo se il mondo e ciò che fa paura diventa più piccolo, la loro autostima può espandersi.

Anche il narcisismo, come tutti i tratti psicologici, non è un interruttore acceso / spento, è un vaso che si riempie e può traboccare, ma può anche essere pieno solo per metà. Con questo voglio dire che esistono narcisisti più o meno riconoscibili, individui in cui i comportamenti descritti sono più o meno marcati.

Secondo quanto affermato fin’ora, i narcisisti covert, quelli con bassa autostima, non sono altro che persone insicure bisognose di sconfiggere questa insicurezza attraverso la prevaricazione sugli altri.

Cerchiamo di interpretare le azioni degli amici, colleghi o partner narcisisti, esaminando il loro modo di essere insicuri.

#1 Le persone insicure provano a rendere insicuro anche te.

Quando metti in dubbio il valore di quello che fai, c’è di solito vicino a te una persona o una particolare tipologia di persone? Questa persona, o tipologia di persone, è solita condividere i suoi successi o raccontare quanto sia eccezionale? Se ti senti insicuro solo in presenza di queste persone, è evidente il loro tentativo di affermarsi sminuendo ogni cosa o persona intorno a loro. Sono sicuramente persone insicure.

#2 Le persone insicure devono sempre mostrare i loro traguardi e successi.

Non è necessario che tu ti senta insicuro accanto a qualcuno per concludere che il nodo gordiano del suo comportamento sono l’inferiorità e il comportamento compensatorio. Le persone che raccontano a tutti la bellezza della loro vita, la qualità della loro educazione, l’importanza del loro lavoro sono imprigionate nel palese tentativo di convincere se stessi, prima che gli altri.

#3 Le persone insicure si lamentano della loro grandiosità.

A volte il senso del decoro degli insicuri impedisce loro di vantarsi apertamente della loro vita. Per aggirare il problema lo fanno inserendo il motivo di vanto all’interno di un lamento (facebook è intriso di questi status). Facciamo qualche esempio: “da quando al lavoro mi hanno promosso ho pochissimo tempo libero” oppure “mio figlio suona il piano, fa calcio, è pieno di amici e a me tocca correre di qua e di là in macchina per scarrozzarlo”.

#4 Le persone insicure si lamentano di non essere soddisfatte di come vanno le cose.

Queste persone amano mostrare quanto elevati siano i loro standard. Per questo motivo non si dicono mai soddisfatte del loro lavoro e di quello degli altri. Esplicitare i loro standard elevati è un modo non solo per proclamare quanto siano meglio degli altri, ma anche per affermare quanto rigorosa e obiettiva sia la loro capacità di analisi.

Riassumendo.

Essere in grado di riconoscere i narcisisti covert, la loro insicurezza e scarsa autostima può aiutarti a non cadere nella loro trappola. Sai che tenteranno di sminuire quello che fai e di insinuarti il dubbio, perché questa è il loro unico mezzo per nutrire la loro autostima. Per proteggerti devi evitare il confronto, fuggire l’argomento e spostare la discussione su qualcosa di neutrale o esterno. Siccome queste persone hanno bisogno di distruggere qualcosa, spesso l’unico modo che hai di salvarti e far sì che distruggano qualcosa che non sei tu.

Bibliografia

Brookes, J. (2015). The effect of overt and covert narcissism on self-esteem and self-efficacy beyond self-esteem. Personality And Individual Differences, 85172-175. doi:10.1016/j.paid.2015.05.013

Share Button

Brightest Hour: siamo in diretta con Francesco Boz, autore per Le Iene, fondatore della pagina l'Oltreuomo e Psiche.org.

Pubblicato da TEDxTreviso su Mercoledì 29 aprile 2020
 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulla pagina facebook “Psicologia“ , oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze ? Iscriviti al gruppo “Psiche e benessere
Se invece stai attraversando un periodo difficile e desideri parlare con uno psicoterapeuta contatta il nostro servizio di consulenza online
 
Francesco Boz
Follow me

Commenti

commenti