Gelosia: cos’è e come gestirla

La gelosia è troppo spesso giustificata come sintomo dell’amore.

In verità la gelosia non ha niente a che vedere con l’affetto, le relazioni, il partner o l’amore stesso, si tratta dell’espressione comportamentale di alcuni tratti di personalità. A conferma di questo, le persone gelose ammettono di provare questa emozione negativa a prescindere dal grado di coinvolgimento verso il partner.

gelosia

La variabile scatenante non è la relazione, è la presenza di queste caratteristiche:

  • Bassa autostima (1).
  • Neuroticismo: la tendenza ad avere un tono dell’umore instabile ed elevati livelli di ansia generalizzata (2).
  • Sentimenti di insicurezza e di possesso (3).
  • Dipendenza dal partner (4).
  • Sentirsi inadeguato all’interno della relazione: non sono abbastanza per il mio partner (4).
  • Stile di attaccamento ansioso: temere che il partner se ne vada o non ti ami abbastanza (5).

Tutti questi fattori sono rivolti alla persona, non al rapporto.

Cosa fare se il tuo partner soffre di gelosia?

Purtroppo non esiste un rimedio portentoso per gestire la gelosia del partner. La cosa giusta da fare è cercare di rassicurarlo, ma come tutte le persone ansione non presterà attenzione alle vostre parole durante la fase acuta del suo malessere. Bisogna armarsi di pazienza.

Inutile cercare di dimostrargli quanto sia infondata la sua gelosia, durante la fase acuta vive un turbinio di emozioni negative che giustifica cognitivamente attribuendo retroscena negativi a fatti della vita quotidiana altrimenti neutrali. Prendiamo come esempio il caso in cui tu parli con qualcuno del sesso opposto. Questa circostanza naturalissima sarà vissuta molto male dal partner geloso durante i suoi attacchi e con serenità quando invece è rilassato (7).

Tenete a mente che la gelosia tende ad attenuarsi con il passare del tempo, ma non è detto che scompaia. Molto probabilmente dovrete fare i conti con la gelosia del vostro partner per tutta la vita, nelle fasi iniziali del rapporto è giusto chiedersi se ne vale la pena.

 

Cosa fare se sei tu a soffrire di gelosia?

  1. Evita le situazione in grado di scatenarti sospetti. Le ricerche dimostrano che le persone gelose tendono a monitorare il loro partner più spesso di quelle non gelose. È come se chi cerca di smettere di bere andasse al bar tutti i giorni per essere sicuro di non voler farsi un bicchiere.
  2. Lavora si te stesso e sulla relazione, non sul tuo partner. Devi cercare di avere più fiducia in te, costruirti la sicurezza di essere una persona che non merita di essere tradita e capace di sopportare l’abbandono. Non sempre le relazioni continuano, e non sempre possiamo farle continuare.
  3. Quando vivi dei momenti di gelosia raccontalo al tuo partner. La chiave è il modo in cui lo racconterai. Se lo fai con rabbia, sarcasmo o agitazione, finirai con il costruire un dialogo distruttivo. Non accusarlo, ricordati che prima di dubitare di lui devi dubitare di te stesso. Raccontagli con calma cosa pensi e ascolta cosa ha da dirti (8).

 

Bibliografia.

1. White, G. L. (1981). Some correlates of romantic jealousy.Journal of Personality, 49, 129-145. doi: 10.1111/j.1467-6494.1981.tb00733.x

2. Gehl, B. L. (2011). Personality antecedents of the experience and expression of romantic jealousy. Dissertation Abstracts International, 71, 6482.

3. Salovey, P., & Rodin, J. (1984). Some antecedents and consequences of social-comparison jealousy. Journal of Personality and Social Psychology, 47, 780-792. doi:10.1037/0022-3514.47.4.780

4. Rydell, R. J., McConnell, A. R., & Bringle, R. G. (2004). Jealousy and commitment: Perceived threat and the effect of relationship alternatives. Personal Relationships, 11, 451-468. doi:10.1111/j.1475-6811.2004.00092.x

5. Knobloch, L. K., Solomon, D., & Cruz, M. G. (2001). The role of relationship development and attachment in the experience of romantic jealousy. Personal Relationships, 8, 205-224. doi:10.1111/j.1475-6811.2001.tb00036.x

6. Selterman, D. F., & Maier, M. A. (2013). Secure attachment and material reward both attenuate romantic jealousy. Motivation and Emotion, 37, 765-775. doi:10.1007/s11031-013-9340-y

7. Sheets, V. L., Fredenall, L. L., &Claypool, H. M. (1997). Jealousy evocation, partner reassurance, and relationship stability: An exploration of the potential benefits of jealousy. Evolution and Human Behavior, 18, 387–402. doi: 10.1016/S1090-5138(97)00088-3

8. Bevan, J. L., & Tidgewell, K. D. (2009). Relational uncertainty as a consequence of partner jealousy expression. Communication Studies, 60, 305-323. doi: 10.1080/10510970902956057

9. http://www.psychologytoday.com/blog/close-encounters/201410/whats-really-behind-jealousy-and-what-do-about-it

Share Button
 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulle mie pagine di facebook “Psicologia“ e "Psiche e Sogno", oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze o avere il parere di uno psicologo o psicoterapeuta? Iscriviti al gruppo di Psiche “Psiche e benessere
 

Commenti

commenti