La forza di un bacio

I baci sono gesti profondi e ricchi di significati. Sono antichissimi eppure hanno sempre mantenuto la loro importanza. Baciare aiuta a vivere meglio. Sia che si tratti di un bacio appassionato o di uno amichevole, 7 esperti su 10 non hanno dubbi: il bacio svolge un ruolo fondamentale nella vita di tutti. Il bacio di un amico può risollevarci l’animo, quello della propria famiglia è simbolo di affetto e amore per eccellenza. Quella sensazione di dolcezza e delicatezza che non proveremo con altre persone. Dunque il bacio non è solo il simbolo di ub amore romantico o di dolcezza, ma ha degli effetti terapeutici importanti e molto interessanti.

 

Effetti terapeutici di un bacio

Un recente studio pubblicato sulla rivista Current Pharmaceutical Design ha dimostrato che l’ossitocina rilasciata quando si bacia e si abbraccia qualcuno, può alleviare il dolore perché ha delle proprietà analgesiche e anche la capacità di diminuire ansia e depressione molto frequenti in chi soffre di dolore cronico. In più, il bacio rafforza il sistema immunitario. Come molti di voi sanno, infatti, In dieci secondi di bacio si scambiano 80 milioni di batteri, anche nocivi quando chi si bacia è colpito da una malattia. Tuttavia questo scambio di batteri può anche essere positivo: “La saliva contiene una parte del microbiota, cioè la nostra riserva interna di batteri buoni per cui lo scambio batterico che avviene quando ci si bacia stimola il sistema immunologico facendo aumentare gli anticorpi” spiega Andrea Lenzi, presidente della Società Italiana di Endocrinologia. Il bacio modifica anche l’attività ormonale. Quando infatti baciamo qualcuno a cui siamo affezzionati si stimola la secrezione dell’asso ipotalamo e del surrene che scatena una “pioggia ormonale” dagli effetti benefici.

I diversi tipi di bacio

Come accennato all’inizio non tutti i baci sono uguali. Ognuno di essi sa fare del bene. Il contatto intimo e ravvicinato è ciò che accomuna ogni tipo di bacio. Adele Fabrizi, psicologa e psicoterapeuta dell’Istituto di Sessuologia Clinica di Roma, spiega che anche i bacetti che si danno per salutarsi rappresentano una manifestazione di affetto e attenzione nei confronti dell’altro. La sensazione di benessere che ne ricaviamo risale a ricordi primordiali perché la zona della bocca è la prima ad essere innervata e quindi a sviluppare i recettori del piacere tant’è vero che il neonato impara subito ad attaccarsi al seno della mamma per ricevere un nutrimento che è anche affettivo. Tale significato resta poi per tutta la vita.

 

I “baci” degli animali sono terapeutici?

Alcuni ricercatori affermano di sì. Uno studio dell’Università dell’Arizona, infatti, sostiene che il classico “bacio” del cane sarebbe un toccasana per le nostre difese immunitarie perché i batteri presenti nel suo intestino avrebbero l’effetto di probiotici sul nostro organismo. Questa idea è ancora solo un ipotesi, ma credo che tutti coloro che hanno un animale domestico sappiano quanto possa far piacere l’affetto degli animali, la loro compagnia nei momenti di solitudine.

Erri De Luca affermava che: “I baci non sono anticipo d’altre tenerezze, sono il punto più alto.”

Aveva ragione. Lasciamoci quindi andare a questi piccoli gesti che ci sembrano oggi così scontati, ma che hanno un’enorme importanza e un potere curativo non solo per il corpo, ma soprattutto per la nostra mente e per il nostro animo. Sentirsi coccolati e desiderati regala una sensazione di rinascita.

Share Button
 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulla pagina facebook “Psicologia“ , oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze ? Iscriviti al gruppo “Psiche e benessere
Se invece stai attraversando un periodo difficile e desideri parlare con uno psicoterapeuta contatta il nostro servizio di consulenza online
 

Commenti

commenti