5 Piccoli passi per superare la fine di un amore

cuore-spezzato-2-550x400

La fine di un amore purtroppo rappresenta un dolore che tutti hanno dovuto affrontare almeno una volta nella vita.

La perdita della persona amata può avvenire in modo inatteso oppure può essere solo la conclusione di una lunga crisi trascinata nel tempo, in ogni caso i sentimenti più comuni sono quelli legati all’abbandono, alla perdita, alla paura e all’incertezza sul futuro. Inoltre, insieme alla disperazione per l’abbandono, si presentano anche sensi di colpa, rimpianti, ansia e paura di essere inadatti.

Possiamo dire che la fine di una relazione sia paragonabile ad un lutto vero e proprio, che richiede una totale riorganizzazione della propria vita. Infatti, la perdita del compagno\a rappresenta un cambiamento radicale nelle abitudini consolidate e può richiedere anche una ristrutturazione della propria identità, nel passaggio da fidanzato\a a single.

Il desiderio comune a tutti coloro che si trovano in questa condizione è quella di far sì che passi il più in fretta possibile, con la speranza di ritrovare il proprio equilibrio. Per tale ragione i comportamenti messi in atto per superare la separazione sono i più disparati, ma spesso risultano abbastanza inconcludenti.

Può essere utile, quindi, avere una traccia luminosa che vi indichi un po’ la strada per riemergere dall’abisso del dolore:

#1 NON ABBIATE PAURA DEL DOLORE

Spesso si tende a sfuggire dal proprio dolore; ci si distrae, si lavora tanto, si cerca di non pensarci, si evita di piangere, insomma si fa di tutto per non cedere alla tristezza e per essere forti. Il mio consiglio è quello di non allontanare il dolore, ma di immergervi in ciò che sentite anche se straziante, perché  sarà questo che vi salverà. Sentire a pieno il proprio dolore permette di elaborarlo, di accettarlo e quindi di superarlo. Sfuggire non serve, perché il dolore rimane lì, si pietrifica rendendo l’anima pesante. Piangete, state male, siate tristi se ne avete bisogno, la gioia tornerà.

#2 NON ABBIATE FRETTA

Fretta di ricominciare, di dimenticare il partner, di trovare un nuovo amore, di gettarvi nel giro degli appuntamenti, di trovare un nuovo partner sessuale, ect.. Datevi tempo, il tempo per lasciare che il dolore si affievolisca e passi. Lanciarvi subito in una nuova relazione non vi darà il tempo per elaborare bene la fine della relazione precedente, con il rischio di trascinarvi dietro un dolore non risolto che inevitabilmente inquinerà il nuovo rapporto. Aspettate quindi di sentirvi veramente pronti, di sentire che veramente vi piace una nuova persona, ciò vi farà evitare di cadere nell’errore di risolvere il vuoto lasciato dall’ex partner con un inadatto sostituto.

#3 ABBIATE CURA DEL VOSTRO CORPO

La fine di una di una storia può incidere anche sull’autostima, causando sentimenti di inadeguatezza e paura di non essere sufficientemente attraenti o desiderabili. La tristezza si mischia alla trascuratezza, iniziando così a non piacersi più e a vedersi brutti. Curare il proprio corpo significa invece curare se stessi e le proprie ferite, piccoli gesti di apprezzamento verso di sé che aiutino ad aumentare la propria autostima.

#4 NON ABBIATE PAURA DI CONFIDARVI

Un po’ per vergogna, un po’ per paura di non essere capiti o di risultare pesanti, si evita di confidarsi tenendo i dolore tutto per sé. Invece, avere un amico, un genitore o un collega con cui aprirsi aiuta a dare parole al proprio dolore, creando un senso degli eventi e rendendo la propria storia comunicabile. Confrontarsi con gli altri aiuta a sentirsi meno soli, in un dolore che invece è comune a tutti e che quindi suscita facilmente empatia. Inoltre, là dove fosse difficile trovare un terreno amicale in cui ricevere sostegno, non bisogna vergognarsi nel rivolgersi ad un esperto, uno psicologo o uno psicoterapeuta, che possa ascoltare, capire, accogliere e sostenere al fine di aiutarci a superare una separazione dolorosa.

#5 NON ABBATTERSI

E’ comune pensare che dopo un amore, soprattutto quando si tratta di una storia lunga, non ci sia spazio per nuove occasioni e non ci sia la forza per mettersi nuovamente in gioco. Si rischia di cadere in una profonda demoralizzazione, in cui non c’è futuro e la perdita dell’amore segna anche la fine di ogni possibilità di felicità. Per quanto possa sembrarvi banale, sappiate che non è così. Se saprete affrontare il dolore, soffrendo quando c’è da soffrire e lasciando che faccia il suo normale corso, l’entusiasmo tornerà. Come dice il Piccolo Principe “Ci sarà sempre un’altra opportunità, un’altra amicizia, un altro amore, una nuova forza. Per ogni fine c’è un nuovo inizio.”.

Dott.ssa Monia Crimaldi

 

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/dott.ssamoniacrimaldi/

Blog: https://ansiosamenteblog.wordpress.com/
 

Share Button
 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulle mie pagine di facebook “Psicologia“ e "Psiche e Sogno", oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze o avere il parere di uno psicologo o psicoterapeuta? Iscriviti al gruppo di Psiche “Psiche e benessere
 

Monia Crimaldi

Psicologa e Psicoterapeuta in formazione.
Mi occupo principalmente di disturbi d'ansia e depressione.

Commenti

commenti