Evitare luoghi o situazioni: io lì non ci vado più

Evitare luoghi o situazioni è il primo meccanismo di difesa quando facciamo esperienza di ansia o attacchi di panico.

Anche a me è successo, proprio dopo il primo attacco mi sono detta: “lì non ci vado più”. Sai perchè? Volevo proteggermi, scappare dalle situazioni che mi facevano paura.

Mettermi in salvo… peccato che aumentavo solo il mio problema senza rendermene conto.

Se dapprima questo meccanismo di evitamento poteva giovarmi, alla lunga non aiutava e voglio essere chiara fin da subito; evitare i luoghi non aiuterà nemmeno te, anzi, incasinerà ancor più la vita e aumenterà il tuo disturbo.

Evitare luoghi o situazioni: stupida difesa

Quando hai un attacco di panico in un certo luogo, in una certa situazione, inizi a pensare che l’ansia possa avere a che fare con quelle specifiche situazioni, luoghi…

Inizi a pensare che ci sia una correlazione, al punto da pensare che se li eviti, l’ansia non tornerà.

Questa forma di comportamento si chiama evitamento e si costruisce come una strategia protettiva.

 

Ma ogni strategia protettiva, gioca un ruolo significativo nel mantenere ansia e sintomi. Ti mette in salvo, le prime volte… poi però accade che più eviti quella situazione più la paura aumenta e l’evitamento si rafforza.

D’altra parte, se fosse possibile stoppare un attacco di panico evitando le situazioni che lo provocano, perché non farlo? Magariiiiiiii. Invece poi comprenderai che non è il dove, ma qualcosa che si attiva dentro di te.

Qualcosa che non conosci, che fa paura e che se vuoi gestire, devi imparare a fartelo amico.

Per cui non è l’evento o il luogo stesso, a conferire a te quella sensazione.

Non attribuire erroneamente l’attacco o l’ansia alla situazione nella quale tutto è iniziato.

Impara semmai, a capire cosa accade dentro di te e perchè ti attivi in quel momento specifico, monitorati, come se ti vedessi dall’esterno, impara a capire cosa ti attiva, in che momento, il perchè, le tue sensazioni, i tuoi pensieri come ti spiego nell’esercizio del rimugino potentissimo.

Usa la tecnica della respirazione lenta per bloccare i sintomi fisici e dirompenti dell’attacco di panico e impara a conoscere i falsi miti sull’ansia e sul panico.

Inoltre scarica GRATIS gli estratti del mio ebook “Stop Ansia e Panico” (clicca qui e ti racconterò il mio percorso di liberazione, dall’ansia e dal panico e come smettere di evitare ciò che ti fa paura).

 

 

Stop ansia e attacchi di panico???

leggiti il mio Ebook  

STOP ANSIA E PANICO

clicca qui

 

Seguimi sul mio canale

 

 

 

Share Button
 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulla pagina facebook “Psicologia“ , oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze ? Iscriviti al gruppo “Psiche e benessere
Se invece stai attraversando un periodo difficile e desideri parlare con uno psicoterapeuta contatta il nostro servizio di consulenza online
 
Leggimi su

Giada Ave Psicologa

Racconto di psicologia, pensieri, emozioni.
Esperta in depressione, ansia e come ricominciare dopo un momento difficile. Autrice del Libro "Ricomincio da me" e del sito www.avegiada.com
Leggimi su

Commenti

commenti