Essere figli unici nelle relazioni

Essere figli unici è una condizione della vita che solo altri figli unici possono comprendere.

Qui troverai alcuni spunti di riflessione in cui potrai rispecchiarti, e forse vedere alcune parti del tuo carattere rifiutandole di meno, per questo amarle un po’ di più.

 

#1 I figli unici hanno un rapporto con la solitudine particolare.

Non fa paura e non è un privilegio. È una modalità di contatto con te stesso e uno spazio libero tanto per sfiorare le vette più alte della meraviglia, quanto per l’orlo del precipizio.

 

#2 Se sei figlio unico hai probabilmente un drammatico ed eccezionale bisogno di creare relazioni esclusive.

Quando te ne rendi conto, questo ti fa un po’ paura.

 

#3 Un figlio unico ha delle ansie per i propri genitori che stanno invecchiando diverse da chi ha fratelli.

Questo ti consente di avere un umile rispetto per il tempo che corre sotto i piedi, e ti farà godere della loro compagnia criticandoli sempre meno.

 

#4 Sai cos’è il silenzio e non ti fa paura, è un’esperienza a te molto familiare.

Diffidi di chi parla per riempire i vuoti nelle conversazioni. Questo viene percepito dagli altri e spesso non piace. Ma te ne sei anche fatto una ragione.

#5 Hai probabilmente creato negli anni delle modalità molto personali per non annoiarti.

Non smettere di coltivare la tua parte creativa. È linfa vitale.

 

#6 Hai un rapporto con la fisicità che a volte potrebbe definirsi da eremita.

Ne puoi fare a meno, non è necessaria, questo ti fa essere percepito come scostante agli occhi degli altri che hanno una prossemica decisamente meno evitante della tua. Probabilmente non ti dispiace affatto.

 

#7 Amare è il viaggio della vita.

E per te le vele spiegate nel vento dell’amore non sono solo incanto e bellezza, sono una necessità. Hai preso per questo motivo facciate che ti hanno quasi annullato, rialzandoti tuttavia – e dopo un po’ – con speranza e amor proprio.

 

#8 Se sei un figlio unico sai bene quanto per te è sempre stato importante – e anche un peso – non deludere mai i tuoi genitori.

Quando arrivi a dire a te stesso che non sei poi così male, tutto cambia.

 

#9 Sei riservato.

Le aquile non volano a stormi, come canta Battiato. E questo le rende dei predatori tanto affascinanti, quanto degli esseri ormai consumati nell’intimidire gli altri. Non è una condizione facile. Ma tu sai che è anche l’unica possibile, quindi tanto vale celebrarla senza troppe parole. Questo potrebbe renderti altezzoso agli occhi degli altri. Ma non dimenticare: hai amici quasi sicuramente fidatissimi. Prenditene cura.

 

#10 Avresti fatto di tutto da piccolo per avere un fratello, anche solo per scegliere le partite a due al Nintendo.

Qui non ci sono soluzioni. Ma qui risiede il tuo essere speciale.


Pagina FACEBOOK:  Psicologia relazioni e sistemi

PER INFO E CONSULENZE:

dott.ssa Gaia Berio, psicologa, esperta in psicologia giuridica –  348 6028718 – 010255720

DOVE RICEVO SU APPUNTAMENTO:
Via Antonio Stradivari 6, MILANO –  MM LORETO (linea rossa e verde)
Via San Luca 12/29, GENOVA
Piazza Golgi 23, ARENZANO (GE)
Share Button
 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulla pagina facebook “Psicologia“ , oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze ? Iscriviti al gruppo “Psiche e benessere
Se invece stai attraversando un periodo difficile e desideri parlare con uno psicoterapeuta contatta il nostro servizio di consulenza online
 
seguimi

Gaia Berio

Sono psicologa e psicoterapeuta ad approccio sistemico-relazionale. Da più di un anno mi occupo della consulenza psicologica a distanza per psiche.org. Lavoro molto con le coppie e uso l'ipnosi nei percorsi di psicoterapia.
seguimi

Commenti

commenti