COME LIBERARSI DELLE PERSONE TOSSICHE

Le persone tossiche provano a controllare il tuo tempo, il tuo spazio e ad approfittare delle tue energie.

Spesso avanzano pretese e richieste esagerate e irragionevoli.

E’ fondamentale imparare a salvaguardare la propria integrità.
Ci sono tanti tipi di persone tossiche, alcune più insidiose (il sociopatico, l’umiliatore, il narcisita maligno..) altre meno (il vittimista, il mediocre, il lamentoso…).

Il comune denominatore è che la relazione con queste persone provoca problemi, cali d’autostima, e l’abbassamento della qualità della vita e del sentire.
L’obiettivo, nella maggior parte dei casi inconsapevole, delle persone tossiche è di trascinarti giù con loro e coinvolgervi nei loro problemi.
Uno studio del dipartimento di psicologia biologica e clinica dell’università di Friedrich Schiller in Germania dimostra come l’esposizione a stimoli che causano forti emozioni negative,anche a livello relazionale, innesca una potente reazione  nel cervello di stress (danneggiando a lungo andare i dendriti, ovvero le fibre sottili che si ramificano dai neuroni).
Quando interagisci con una persona negativa te ne rendi conto perchè puoi sentirti sovraccarico o scarico. Puoi avvertire una strana stanchezza sia fisica che mentale.
Nei casi più estremi potresti sentirti confuso mentalmente e stanco, senza capire il motivo.
All’interno di situazioni gruppali le persone negative seminano discordia, applicando il famoso “divide et impera“, separano  le persone, creano ed alimentano pettegolezzi e giochi di potere.
Se sei presente a te stesso, hai la sensazione che non sono mai davvero limpidi, chiari ma spesso fumosi e menzogneri.
Come interagire con le persone negative se non è possibile evitarle del tutto?
  • CONCENTRATI SULLE SOLUZIONI, NON SUI PROBLEMI. Quando si ha a che fare con persone tossiche  è facile focalizzarsi su quanto siano malevoli, complicate, contorte, sui danni che ti stanno provocando o che ti hanno provocato. Ma se ti fissi sul problema, sulla cattiveria altrui e su quanto questo ti faccia stare male, non farai che peggiorare le cose ed innescare un circolo vizioso negativo ancora più dispendioso.
  • MIGLIORA TE STESSO, Impegnati con tutto te stesso ad avere come unico obiettivo quello di migliorarti e la situazione in cui ti trovi, qualsiasi essa sia. Allenati ad avere maggiore gestione delle tue emozioni e dei tuoi pensieri, medita e inizia ad essere più presente alle tue sensazioni. Se ti lasci incosciamente agganciare da persone manipolative, ed profittatori vari, evidentemente questi trovano una falla dove far breccia. Devi rafforzarti e porti al centro della tua vita.
  • STABILISCI LIMITI PRECISI  A volte ci sentiamo in obbligo di ascoltare chi si lamenta, o stare per forza vicino a chi lo pretende, pena l’essere ritenuti cattivi ed insensibili. Non permettete a nessuno di buttare addosso la sua spazzatura e tutti i suoi problemi irrisolti. A volte basta chiedere all’interlocutore come intende risolvere il suo problema per scoprire che non sta facendo proprio nulla a riguardo (eccetto lamentarsi!).  C’è una sottile linea rossa tra l’essere empatici e il venir risucchiati in vortici di emozioni negative altrui.
  • PRENDI SAGGE DECISIONI. Scegli tu, in modo assertivo, se, quando e fino a che punto accettare i comportamenti di una persona. Non forzarti, anche se sarà proprio quello che la persona tossica proverà a fare. Scegli tu in modo consapevole e presente. Se lascerai che le cose vadano come sono sempre andate, in automatico, senza prendere decisioni, ricadrai nel solito circolo vizioso.  Rispetta il tuo sentire e non andare oltre. Ad esempio se devi lavorare a stretto contatto con un collega, non sei obbligato a dare la stessa confidenza che dai ad altri colleghi, puoi rimanere più sulle tue. Se un familiare ti chiede dei soldi, e tu ha la sensazione che non te li restituirà, non farlo! Se una persona ti tartassa per una collaborazione futura ma senti che non fa per te…evita! Forse inizialmente qualcuno si arrabbierà ma, a lungo termine, sarai apprezzato più per come sei davvero.
  • AFFINA E COLTIVA LA FIDUCIA NELLE TUE SENSAZIONI E NEL TUO SENTIRE. Impara gradualmente a non essere sempre nella tua mente, identificato con i tuoi pensieri e a fare spazio. Sviluppare il tuo intuito, la conoscenza fulminea che sa istintivamente cosa ti nutre e cosa non ti nutre. Cosa va bene per te e cosa invece ti avvelena.
  • NON GIUDICARE MA DISCERNI. Non appesantire il tuo cuore con il rancore e i giudizi negativi verso le persone tossiche. Usa l’ intelligenza emotiva, perdona  e vai avanti. Non dimenticare ciò che è accaduto,trai insegnamento per il futuro,  impegnandosi fermamente con te stesso a non ricadere più in quelle situazioni.
Se ti piacciono i miei articoli, puoi mettere mi piace alla pagina fb:
Studio Psicologico Catania
Cel. 3465788897
Share Button
 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulla pagina facebook “Psicologia“ , oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze ? Iscriviti al gruppo “Psiche e benessere
Se invece stai attraversando un periodo difficile e desideri parlare con uno psicoterapeuta contatta il nostro servizio di consulenza online
 

Commenti

commenti