Come gestire gli insulti vigliacchi di chi ti critica con il sorriso

Brightest Hour: siamo in diretta con Francesco Boz, autore per Le Iene, fondatore della pagina l'Oltreuomo e Psiche.org.

Pubblicato da TEDxTreviso su Mercoledì 29 aprile 2020

Purtroppo dire le cose in faccia è una qualità di pochi. La maggior parte delle persone preferisce nascondersi dietro una retorica passivo aggressiva utilizzando ironia, sarcasmo e elementi dissociati dal contenuti all’interno delle frasi.

Gli insulti vigliacchi degli ipocriti sono armi molto potenti, capaci di distruggere l’autostima di una persona senza che capisca perché.

Ecco qualche esempio di critica mascherata da complimento:

  • Sei proprio in forma per essere già una donna di questa età
  • Carina la tua ragazza… la conosco perché stava con un mio amico… ho degli aneddoti eccezionali
  • Sei molto convincente… solo che forse non conosci benissimo l’argomento

Tipiche frasi da passivo aggressivo, arrivano, feriscono e lasciano impunito il carnefice che può nascondersi dietro l’apparente bontà della prima proposizione.

 

La sovraesposizione agli insulti vigliacchi è letale per l’autostima

Quando il nostro io è minacciato da qualcosa o qualcuno mettiamo in atto delle strategia per difenderci. Scattano in automatico e servono a ripristinare l’equilibrio della nostra serenità.

C’è un problema, se la minaccia non è chiara non può scattare nessun automatismo e noi restiamo lì a confusi tra rabbia e non rabbia.

L’incertezza è faticosa da sostenere e alla lunga ti consuma. L’autostima cede perché gli insulti arrivano senza che tu possa fare niente per proteggerti.

Come gestire gli insulti vigliacchi di chi ti critica con il sorriso

 

#1 Riduci il potere di chi ti consuma

Il peso che le persone hanno sulla nostra vita è quello che noi li concediamo di avere. Nessuno può sovrastarti senza il tuo consenso.

Se le parole di qualcuno ti creano sconcerto puoi scegliere di ignorarle, pensare ad altro, mostrare indifferenza. I vigliacchi si nutrono della tua sofferenza, non trovarla li disarma costringendoli a cercare un’altra vittima

 

#2 Tieni saldi i tuoi valori

Tu sai cosa vuoi, sai in cosa credi, sai chi sei. Chi cerca di farti dubitare di te non deve averla vinta.

Quando le critiche non sono esplicite, non servono a costruire un’identità più robusta. L’unica cosa che fanno è ferirti. Passa oltre quelle parole inutile, non comunicative e stupide.

 

#3 Scegli le tue battaglie

La tentazione di contrattaccare è forte. Difficile resistere al desiderio di cominciare una guerra con chi ti fa soffrire. La verità è che non ne vale la pena. Qualsiasi cosa farai è del tutto inutile, non serve a nulla se non a scatenare una reazione a catena.

Share Button
 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulla pagina facebook “Psicologia“ , oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze ? Iscriviti al gruppo “Psiche e benessere
Se invece stai attraversando un periodo difficile e desideri parlare con uno psicoterapeuta contatta il nostro servizio di consulenza online
 
Francesco Boz
Follow me

Commenti

commenti