Come distinguere un’intuizione giusta da una sbagliata

Molte delle scelte che facciamo nella vita non sono razionali, si basano su sensazioni di cui decidiamo di fidarci. Quando procediamo in questo modo a volte le cose vanno bene altre volte no. Il bello di non avere il controllo totale sulla vita è proprio questo: la casualità può aprire scenari positivi inaspettati con la stessa probabilità con cui può creare dei grattacapi.

Quindi, il primo consiglio di questo articolo è molto semplice:

Non abbiate paura del caso. Lui non gioca contro di voi o a vostro favore. Il caso è neutrale. 

L’obiettivo di questo testo però è un altro. Insegnarvi a distinguere tra un’intuizione giusta e una sbagliata.

Per farlo dobbiamo prima famigliarizzare con il concetto di probabilità a priori.

 

Cos’è la probabilità a priori

La probabilità a priori è la misura della possibilità assoluta che un evento si verifichi, senza tenere conto di varibili più specifiche.

Facciamo un esempio per capire meglio.

In Italia solo il 5% delle ragazze che si iscrivono all’università, decide di frequentare ingegneria. Quindi la probabilità a priori di incontrare una studentessa universitaria iscritta a ingegneria è del 5%. Succede una volta su 20.

Ipotizziamo però uno scenario reale dove entra in gioco la tua intuizione.

Sei a una festa universitaria a casa di amici. Incontri una bella ragazza e vi sedete a parlare. Lei ti racconta qualcosa di lei. Ti dice che alle superiori ha fatto il liceo scientifico e che la matematica le piaceva. Si descrive come una ragazza molto organizzata che deve avere tutto in ordine. La sua serie tv preferita è The Big Bang Theory. Quando scoprite di essere entrambi stati da poco a Londra lei ti chiede se hai visitato il museo delle scienze, perché lei l’ha adorato.

Alla fine le chiedi cosa studia ma lei, invece di rispondere, ti chiede di indovinare.

Anche se non conosci la percentuale esatta di ragazze che studiano ingegneria, forse saprai che sono poche. Nonostante questa conoscenza a priori della probabilità, le cose che ti ha raccontato hanno acceso il tuo intuito. Decidi di fidarti della tua impressione e rispondi ingegneria.

Sbagliato.

Come distinguere un’intuizione giusta da una sbagliata

Non si può distinguere un’intuizione giusta da una sbagliata con la sicurezza del 100%, ma possiamo fare in modo di alzare le nostre possibilità di intuire correttamente.

Il metodo è semplice. Bisogna conoscere la probabilità a priori di qualcosa e usare quel dato come base dalla quale partire. La nostra intuizione va integrata con la probabilità a priori alzando o abbassando in modo realistico la probabilità iniziale.

Riprendiamo l’esempio sopra.

La probabilità a priori che una ragazza faccia ingegneria è del 5%. Quella che hai conosciuto si è descritta come una che quella facoltà potrebbe frequentarla davvero. Quindi il tuo intuito ti fa pensare che potrebbe far parte proprio di quel 5%.

Ma il tuo intuito probabilmente si baglia.

La descrizione che ha fatto di sé non basta a passare da una probabilità del 5% a una del 100%. Supponiamo che dopo la sua descrizione l’intuito ti suggerisca che la probabilità che faccia ingegneria è raddoppiata o triplicata. Non più il 5% ma il 10 o il 15 percento. Resta una probabilità comunque più bassa rispetto al 20%, cioè la probabilità a priori che sia iscritta a Lettere e Filosofia.

 

Le intuizioni senza un contesto di riferimento non valgono niente

Nell’esempio che ho fatto portavo dei numeri abbastanza precisi. Nella vita non è quasi mai così, la probabilità a priori non la si conosce quasi mai.

I casi sono due. O basta una semplice ricerca su internet per scoprire qual è questa probabilità, oppure puoi basarti solo sulla tua esperienza diretta. Quest’ultima però è molto debole, ma in mancanza di altro usala.

Le tue intuizioni vogliono comandare, decidere da sole. Se ti distrai non potrai impedirlo.

In certi casi va bene così, ma quando la decisione da prendere è importante non lasciarla ai capricci dell’intuito. Valuta bene il contesto e solo dopo esserti fatto un’idea generale di come vanno le cose, chiediti quanto la tua intuizione può modificare la normalità.

L’intuizione è un modo particolare di guardare la realtà. Non può modificarla, può solo metterne in luci degli aspetti particolari. Ma le cose che illumina sono molto rare, allora rimarranno solo nella nostra testa.

 

Share Button
 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulla pagina facebook “Psicologia“ , oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze ? Iscriviti al gruppo “Psiche e benessere
Se invece stai attraversando un periodo difficile e desideri parlare con uno psicoterapeuta contatta il nostro servizio di consulenza online
 

Francesco Boz

Le cose vanno bene - rispondiamo sorridendo per rassicurare noi stessi

Commenti

commenti