Ansia della lista della spesa: il bisogno di mostrarci all’altezza

Esiste l’ansia della lista della spesa, un tipo di ansia alimentata dallo stress. L’ansia che io chiamo della lista della spesa, porta a vivere la persona un perenne senso di responsabilità, fare troppe e molteplici cose e sentire il bisogno di essere sempre all’altezza di ciò che le persone si attendono da noi.

Arianna ne è un esempio perfetto. Trentacinque anni, ma ne dimostra molti di più. E’ responsabile vendite per un negozio. Arianna viene nel mio studio circa 6 mesi fa, enunciandomi per prima cosa la sua dedizione al lavoro, la sua indole di donna/madre/compagna precisa, caratteristica che l’ha sempre contraddistinta e di cui si vanta, e di come questa attitudine sia un requisito richiesto anche nel campo lavorativo. Arianna però ha anche altre incombenze nella sua vita, ovvero un compagno e due bimbi. La giornata di Arianna si svolge così, quasi ogni giorno: esce dal lavoro e dopo 40 minuti di strada, pesca un bimbo al doposcuola, poi corre dalla suocera a pescare il secondo bimbo più piccolo, e quasi sempre passano al supermercato poiché serve organizzare la cena (manca sempre qualcosa).  Arrivano a casa, doccia veloce e inizia a cucinare, il compagno arriva sempre a casa dopo di lei. Tutto è peccaminosamente cronometrato. Lei si fa carico di tutto, ogni giorno, ogni settimana, ogni notte. La notte infatti soffre di insonnia e ripete mentalmente tutti gli impegni, la lista delle cose da fare e l’organizzazione esatta degli spostamenti del giorno dopo. Ansia e tensione sono il pane quotidiano per lei.

Ansia della lista della spesa: quando abbiamo bisogno di mostrarci all’altezza. Psicologa Dr.ssa Ave. Come curare un caso clinico di ansia.

Ansia della lista della spesa: cosa fare?

In questi casi, la mia paziente aveva un estremo bisogno non solo di comprendere che una mamma non sarà mai perfetta, e non può vivere un perenne senso di colpa verso i figli, ma anche è impossibile essere sempre una moglie premurosa, impeccabile e presente. Arianna, come tutte le persone che vivono l’Ansia della lista della spesa, devono capire che gli esseri umani sono umani. E’ fondamentale riportarli a interpretare la propria quotidianità in modo razionale, rompendo tutte le dinamiche inconsce di colpevolizzazione verso se stessi che naturalmente queste persone attivano, oltre la continua ricerca di perfezione.

Mettere in secondo piano sue esigenze, necessità e desideri, la farà stare male e vivere ansia che potrebbe tramutarsi in attacchi di panico e depressione. Tantomeno ignorare questo suo stato d’ansia non l’avrebbe fatta stare meglio. Spesso durante le nostre consulenze le ripetevo incessante che non siamo nati per compiacere gli altri, per essere perfetti, ma per vivere in relazione agli altri, con gli altri e non per gli altri, parallelamente con le persone che amiamo.

I consigli principali e maggiormente efficaci, oltre a chiarificare ed educare Arianna a questa consapevolizzazione cognitiva, in questo caso sono stati insegnarle tecniche di rilassamento, lo staccare la spina, riproporsi attività comportamentali piacevoli e rilassanti (non fare spesa, cucinare con il compagno, uscire con un’amica, ritagliarsi tempo per stare con il compagno senza bambini…tutte attività rilassanti da lei scelte, che doveva mettere in atto almeno una volta alla settimana). E’ fondamentale inoltre educare, istruire, cambiare il pensiero distorto della persona ansiosa! Ogni buon terapeuta, pertanto, dovrà accompagnare la persona ansiosa a imparare, interpretare ed elaborare le informazioni, gli avvenimenti di vita quotidiana, in modo razionale, senza errori logici, senza dinamiche inconsce di colpevolizzazione verso se stessi.

Ricordate, come nel caso di Arianna, e in ogni caso di Ansia della lista della spesa, molte volte sono più le nostre paure a toglierci la felicità, e come noi stessi gestiamo ansiosamente il nostro quotidiano. Imparate e impariamo ad amarci, come lei ha fatto con me, durante la sua terapia.

Psicologa Dr.ssa Ave

 

 

SEGUI I MIEI POST GIORNALIERI SU INSTAGRAM

Psicologo San Donà di Piave, Ave Giada 3484320654

 

PER INFO

www.avegiada.com 

contatta la Dr.ssa Ave, inviando una mail a giada@avegiada.com

o collegandoti a Psicologo Giada Ave

 

Share Button
 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulle mie pagine di facebook “Psicologia“ e "Psiche e Sogno", oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze o avere il parere di uno psicologo o psicoterapeuta? Iscriviti al gruppo di Psiche “Psiche e benessere
 
Leggimi su

Giada Ave Psicologa

Racconto di psicologia, pensieri, emozioni.
Esperta in depressione, ansia e come ricominciare dopo un momento difficile. Autrice del Libro "Ricomincio da me" e del sito www.avegiada.com
Leggimi su

Commenti

commenti