Ansia: cura e magia dello stop thinking

Ansia e pensieri negativi? No grazie! Se potessimo conoscere i passaggi segreti della nostra mente, saremmo tutti felici e contenti, come nelle migliori favole. Il mondo e la realtà, purtroppo, non sono storie che hanno sempre un lieto fine, tantomeno il nostro cervello, i nostri pensieri, soprattutto quando parliamo di ansia.

Ansia: cura e magia dello stop thinking

 

Ansia: i pensieri negativi

Quando c’è l’ ansia ci sono come per magia anche i film negativi, i quali si infiltrano nel cervello e quando ve ne rendete conto, ormai è troppo tardi. Perché dico questo? Perché la maggior parte delle volte, tali pensieri si sviluppano prima di arrivare alla consapevolezza della persona e provocano danni, paura, stress, al punto da crescere ed essere enormi quando li avvertiamo e notiamo.
Se pur la tua parte razionale comprenda che la serie di immagini e pensieri sia inadeguata o assurda, l’aspetto irrazionale e ansioso continuano a fare da registro, a tali film mentali negativi.

 

Ansia: curala con lo stop thinking

Molte cose stemperano o tolgono l’ ansia, e possono venire considerate antidoti dello stato ansiogeno; oggi impariamo un esercizio molto facile, che se eseguito più e più volte, padroneggiato, può veramente aiutare coloro che soffrono di ansia. Ebbene il metodo che voglio insegnarvi si chiama Stop Thinking.

Partiamo dal presupposto che accorgersi dei pensieri o delle immagini negativi che si attivano nel momento in cui sale l’ansia, è fondamentale. E’ il primo auto aiuto che potete imparare affinché la mente vi dia aiuto e sostegno, invece di crearvi problemi emotivi.
Andiamo ora a comprendere di cosa tratta il metodo nello specifico.

  • quando riconosci le immagini o i pensieri negativi che si evolvono nella mente, devi dirti mentalmente o a voce STOP;
  • immediatamente dopo voglio tu faccia entrare nella tua mente uno schermo buio, vuoto, bloccando subito la proiezione precedente;
  • ora cambia immagine. Devi concentrarti e rievocare un ricordo, un pensiero, un ambiente, un momento, che per te è positivo o neutro. Alcune persone utilizzano dei luoghi immaginari dove si riescono a rilassare, tu devi scegliere il luogo o il ricordo e vederlo, rievocarlo, sentendoti al sicuro.

Affinchè lo Stop Thinking funzioni, però, è necessario divenirne abili, allenarsi, sviluppare una buona capacità introspettiva, soprattutto nel momento in cui i pensieri negativi si affacciano nella mente. Più userete questa tecnica, maggiormente ritroverete la tranquillità, in quanto diventerete abili nel bloccare le proiezioni dei film mentali che vi fanno stare male e tolgono il sorriso.

 

PER INFO

contatta la Dr.ssa Ave, inviando una mail a giada@avegiada.com
o collegandoti a Psicologo Giada Ave

 

Ansia: cura e magia dello stop thinking - psicologo San Donà di Piave Dr.ssa Ave

 

Share Button
 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulle mie pagine di facebook “Psicologia“ e "Psiche e Sogno", oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze o avere il parere di uno psicologo o psicoterapeuta? Iscriviti al gruppo di Psiche “Psiche e benessere
 
Leggimi su

Giada Ave Psicologa

Racconto di psicologia, pensieri, emozioni.
Esperta in depressione, ansia e come ricominciare dopo un momento difficile. Autrice del Libro "Ricomincio da me" e del sito www.avegiada.com
Leggimi su

Commenti

commenti