Le 5 fasi dell’amore

Jed Diamond è uno psicoterapeuta newyorkese che si è occupato molto di emotività maschile. Tra i suoi best seller ricordiamo “La sindrome del maschio irritabile” e “La menopausa maschile” (Il titolo originale è più fortunato, Male MENopause).

Una delle sue teorie più interessante è la classificazione delle 5 fasi dell’amore.

fasi dell'amore

Le 5 fasi dell’amore

 

#1 Innamoramento

La prima fase è quella della scoperta reciproca. Ci si esplora mentalmente e fisicamente con avidità e passione.

Questo stadio è meraviglioso perché siamo inondati di ormoni come la dopamina, l’ossitocina, la serotonina, il testosterone e l’estrogeno.

La realtà è temporaneamente sospesa e lascia il posto all’incanto.

Questa fase è chiamata innamoramento.

 

#2 Diventare una coppia

La seconda fase è quella delle definizioni, soggettive a seconda delle varie credenze e usanze. In questa fase i due innamorati si esplicitano a vicenda cosa significa per loro quel rapporto. È esclusivo, si possono vedere altre persone, vogliamo coinvolgere gli amici, i parenti, desideriamo convivere o vivere separati? Si cercano risposte e piano piano si trovano.

 

#3 Disillusione

La terza fase è quella della caduta. L’esplosione estatica dell’innamoramento è finita e senza l’entusiasmo della novità intellettuale e fisica, il partner si rivela in tutta la sua ingombranza.

Ci si sente soli pur con lui/lei accanto e si brama la riconquista della libertà.

La maggior parte delle coppie non capisce che si tratta di una tappa normale in qualsiasi rapporto, e per questo si lasciano rinunciando ad approdare alla fase 4.

#4 Creazione di un amore reale e maturo

Dopo la lotta si diventa alleati. Come due bambini che prima se le danno e dopo cominciano a rispettarsi.

La cosa più importante è che in questa fase si abbandonano le fantasie irreali e resta solo la consapevolezza che accanto a te c’è una persona vera, con i suoi pregi e i suoi difetti proprio come te.

L’amore diventa maturo perché non si nutre dell’esaltazione effimera della novità, adesso ha messo radici profonde.

 

#5 La fase generatrice

Si è molto più che innamorati, si diventa complici.

A partire da questa complicità si desidera costruire qualcosa insieme. Comprare casa, fare dei figli, progettare un’attività professionale insieme e qualsiasi altra cosa vi passi per la testa.

La coppia non è più fine a se stessa ma è rivolta al mondo, perché proprio nel mondo vuole lasciare un segno concreto del suo passaggio.

Diamond sostiene che la maggior parte delle coppie non supera la 3 fase, la fase della disillusione, e a causa di questa sconfitta si perde le ultime due fasi, le più belle e appaganti. Chi non accede alle ultime due fasi non riesce a comprendere la serenità di chi invece ci è arrivato e si gode l’amore maturo.

Questo è molto interessante perché trova immediata conferma nella vita di tutti i giorni. Nel mio lavoro di psicoterapeuta, molto spesso incontro uomini e donne single. Sono persone che mille mila volte sono arrivate alle fase della disillusione senza riuscire mai a superarla. Il fallimento è solo loro, ma sono convinti invece che l’amore non possa durare. Su questa convinzione costruiscono centinaia di castelli in aria, giudicano gli innamorati degli illusi o peggio delle persone che si accontentano quando semplicemente non sanno di cosa parlano.

Perché la verità è che l’amore è bello anche dopo che avete passato tutta la vita insieme.

Share Button
 
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su argomenti che esplorano la crescita personale ed emotiva, puoi seguirmi sulle mie pagine di facebook “Psicologia“ e "Psiche e Sogno", oppure aggiungermi su Facebook per sottopormi le tue curiosità e i tuoi dubbi.
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze o avere il parere di uno psicologo o psicoterapeuta? Iscriviti al gruppo di Psiche “Psiche e benessere
 

Francesco Boz

Le cose vanno bene - rispondiamo sorridendo per rassicurare noi stessi

Commenti

commenti

Tags:,